sabato 4 Febbraio 2023

Corridoio Roma-Latina, botta e risposta tra Simeone e Refrigeri

In occasione della posa della prima pietra del cantiere per la realizzazione della rotatoria sulla Pontina all’altezza di Viale Le Corbusier, il Presidente Nicola Zingaretti ha definito “queste opere determinanti per lo sviluppo delle imprese del Lazio”. A partire da questa dichiarazione del Governatore il consigliere di Forza Italia, Giuseppe Simeone, si è chiesto “come mai la stessa logica e la medesima solerzia non sia applicata per un’opera, come il Corridoio intermodale Roma – Latina”. Infatti l’opera, spiega Simeone, “creerebbe lavoro, darebbe ossigeno e competitività alle nostre aziende. Si tratta di un’opera che, unita alla realizzazione della Bretella Cisterna – Valmontone, si collega direttamente con l’autostrada del Sole, con l’Europa, e farebbe uscire una volta per tutte il Lazio e la provincia di Latina da quell’isolamento a cui sono condannati da oltre trenta anni”.

Se non ci saranno risposte immediate da parte della Regione, spiega il consigliere della neonata Forza Italia “rischiamo di perdere per sempre 980 milioni di euro di finanziamenti pubblici di cui circa la metà, 470 milioni di euro, sono già stati messi a disposizione dal governo con la delibera Cipe del 2 agosto 2013”. “Insomma – sentenzia Simeone – il tempo a disposizione è scaduto. Nonostante questo Zingaretti tace”.

LA REPLICA DELLA REGIONE – Alle accuse del consigliere ha risposto l’assessore all’Ambiente e Infrastrutture della Regione Lazio, Fabio Refrigeri, che ha spiegato “questa Giunta non ha mai taciuto sulla Roma-Latina. Anzi, ha fatto di più. Innanzitutto salvaguardando a livello nazionale i fondi Cipe previsti per l’opera. Intervenendo cioè puntualmente in tutte le riunioni ad appena pochi mesi dall’insediamento, conducendo in porto una disponibilità che altrimenti sarebbe andata persa. Ciò detto, per non vanificare il lavoro sin qui svolto, adesso corre l’obbligo di attendere il pronunciamento ufficiale sul progetto da parte della Corte dei Conti, attraverso la registrazione della delibera”.

“Risposta stantia” hanno replicato il capogruppo e il consigliere di Forza Italia della Regione Lazio Luca Gramazio e Giuseppe Simeone.

CORRELATI

spot_img
spot_img