domenica 21 Luglio 2024
spot_img

Coronavirus, il Lazio si prepara alla fase 2. Zingaretti: “Pronti ad uno sprint ma nella massima sicurezza”

La Regione Lazio lavora alla cosiddetta fase 2. Quella che, in estrema sintesi passa per la convivenza con il Coronavirus e che sarà segnata da un cambiamento radicale degli stili di vita a cui sinora eravamo abituati.

“E’ stato avviato un altro capitolo che passa per la convocazione di tutte le associazioni datoriali, delle imprese, i sindacati e l’Abi Lazio, per cominciare a discutere sulla fase che ci sarà dal 3 maggio in poi per le riaperture che dovranno avvenire con la massima sicurezza di chi produce e per chi consuma. Fabbriche ed esercizi commerciali – spiega il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti –  non saranno quelli di prima, si devono organizzare. La Regione offrirà delle linee guida per la sicurezza. Ad esempio plexiglass alle casse dei locali e l’obbligo del gel disinfettante, contingentamento degli ingressi. Ora lavoriamo affinchè quando ci sarà l’apertura nessuno si illuda che il tema sarà superato, va affrontato usando al massimo le misure di sicurezza fino al vaccino“.

Da domani partiranno tavoli di concertazione tra sindacati e imprenditori, associazioni del commercio e sindacati del commercio.

Nicola Zingaretti è intervenuto in una conferenza stampa in streaming dopo la riunione con le parti sociali e i rappresentanti delle imprese e del lavoro del Lazio.

Il Lazio stando quanto affermato da Zingaretti guarda avanti con un certa fiducia e si prepara a creare i presupposti per una ripartenza.

“Non commento le scelte della altre Regioni, ognuno troverà le formule per riattivare i propri territori. Noi da oggi siamo partiti affinchè tutti siano pronti con grande sprint“.

Attenzione massima anche per il turismo. “La misura più importante per sconfiggere il virus è investire in sicurezza, credo che sarà uno dei settori che andrà aiutato in maniera particolare. Sulla tempistica non mi avventuro in date”.

Sull’ipotesi di affidare in futuro un ministero a Colao, il presidente della Regione Lazio: “Ho molto apprezzato la scelta di Colao come guida della task force per immaginare il futuro del Paese, lo spirito è quello non di una figura di parte o di maggioranza, ma di una figura in cui si possa riconoscere l’intero Paese. Saranno scelte in cui dovrà ritrovarsi tutti la terzietà è la cosa migliore“.

Alessia Tomasini
Alessia Tomasini
Nata a Latina è laureata in Scienze politiche e marketing internazionale. Ha collaborato con Il Tempo e L'Opinione ed è stata caporedattore de Il territorio e tele Etere per la politica e l'economia. L'esperienza nell'ambito politico l'ha vista collaborare con pubbliche amministrazioni, non ultima quella con la regione Lazio, come portavoce e ufficio stampa.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img