I casi di importazione oggi sono quelli che fanno maggiore paura.

In particolare nel lazio, e non solo a Roma, il focolaio legato a cittadini indiani arrivati in Italia con voli da Dacca sta creando forte apprensione.

Oggi nella Asl di Latina, infatti, si è registrato il terzo caso legato ad un volo internazionale proveniente dal Bangladesh.

Salgono quindi a 3, dopo la donna di Aprilia ed un familiare, i casi rilevati connessi a quella che si sta profilando come una emergenza.

A dimostrarlo i dati del Lazio che evidenziano oggi 14 nuovi casi di positività da coronavirus, di cui 9 di importazione.

“Dei 9 casi – ha precisato –  sette hanno un link con viaggiatori di rientro dal Bangladesh con voli già attenzionati. Un altro caso proviene dall’Olanda con destinazione Somalia e uno proviene dal Brasile”.

La provincia di Rieti è Covid Free, ovvero non ci sono positivi, nessun decesso e nessun caso posto in isolamento domiciliare.

Straordinario afflusso al drive-in della Asl Roma 2 dove tra ieri e oggi sono già stati effettuati oltre 500 tamponi e voglio ringraziare della collaborazione la Comunità del Bangladesh a Roma e le loro autorità religiose. Fino a questo momento – ha spiegato D’Amato – non si registrano casi positivi al tampone e sono tutti negativi anche i tamponi eseguiti per il cluster del centro estivo in zona Casilina”.