A Cori tornala sagra del prosciutto cotto al vino.

Una vera e propria prelibatezza che sarà protagonista della seconda sagra dedicata a questo prodotto tipico che ha ottenuto la denominazione comunale.

Il prosciutto di Cori cotto al vino sarà, infatti, protagonista il 24 e 25 maggio in piazza del Tempio d’Ercole.

Venerdì 24 maggio, alle 17:30, l’evento sarà aperto dagli Sbandieratori dei Rioni di Cori e dal saluto istituzionale del sindaco di Cori, Mauro De Lillis, dell’assessore regionale all’agricoltura, dall’assessore all’agricoltura del Comune di Cori, Simonetta Imperia e dalla consigliera delegata alla promozione del territorio, Sabrina Pistilli.

Sarà possibile degustare il prosciutto di Cori accompagnato da vini, pane, dolci e olive acquistando un ticket con calice annesso (quota degustazione di 5 euro: comprende 1 calice con custodia, 1 degustazione di prodotti gastronomici, 1 degustazione vini).

Sarà possibile assaggiare il prosciutto delle aziende che hanno ottenuto il riconoscimento Denominazione comunale.

Sabato 25 maggio, oltre alle degustazioni, la giornata sarà animata da pizziche e saltarelli de I Trillanti.

Chi vorrà abbinare anche una escursione storico-archeologica nelle vie della Città di Cori e una visita guidata del Museo della città e del territorio a cura dell’Associazione Arcadia dovrà prenotarle: 06.96617243 – 3288126501 – museo@comune.cori.lt.it.

“La manifestazione enogastronomica rappresenta una delle iniziative sulle quali l’amministrazione comunale sta puntando per valorizzare le produzioni e le tipicità locali – spiegano De Lillis, Imperia e Pistilli – sin dall’inizio del nostro mandato abbiamo creduto nelle potenzialità di questo territorio e vogliamo continuare a valorizzarlo con azioni mirate, di promozione e soprattutto di attribuzione di marchi di provenienza territoriale, come IGP, DOP e De.Co. I prossimi progetti di riconoscimento sui quali stiamo lavorando sono il pane e la ciambella scottolata di Cori”.