mercoledì 5 Ottobre 2022

Cori: avviata la ricollocazione temporanea dei migranti pontini

Il 26 giugno l’operazione Dionea smaschera il sistema criminale all’interno dei Centri d’accoglienza per migranti nella provincia di Latina. La squadra mobile del capoluogo e il commissariato di Fondi scoprono, durante i sopralluoghi, strutture sovraffollate non a norma e con gravi carenze igienico-sanitarie per i migranti maltrattati. Sono partiti gli arresti per falso, truffa aggravata e frode.

A luglio è arrivato invece un bel gesto di solidarietà per alcuni di questi richiedenti asilo stipati nei centri di accoglienza di Fondi con un numero di 4 volte superiore alla capienza dichiarata.

Il Comune di Cori, tramite lettera scritta alla Prefettura di Latina, ha accordato la sua disponibilità ad ospitare tra i 30 e i 40 migranti presso la Casa per Ferie Madonna del Soccorso, per un periodo massimo stabilito non superiore ai 60 giorni.

Un atto di responsabilità nell’ambito degli accordi di ricollocazione temporanea che il sindaco di Cori Mauro De Lillis, accompagnato dall’assessore alle Politiche Sociali, Chiara Cochi, e dalla Responsabile dei Servizi Sociali, Roberta Berrè, ha spigato così: “Si è tenuto conto delle direttive ministeriali per la ripartizione graduale e sostenibile dei richiedenti asilo e rifugiati all’interno dei C.A.S. ubicati in tutti i comuni e tra gli enti come il nostro aderenti alla rete SPRAR, in linea con lo spirito di solidarietà e collaborazione inter-istituzionale, al fine di dare alla questione migrazione una soluzione umanitaria condivisa. In ogni caso questa misura pro tempore, legata alla contingenza, rientra a pieno titolo negli impegni reciprocamente assunti in materia e rispetta i limiti stabiliti a livello nazionale e locale”.

Ricordiamo che, ad oggi, a Fondi e nell’Agro Pontino vive la più grande comunità Sikh d’Italia, nella stragrande maggioranza in condizioni di totale sfruttamento e schiavitù. Si tratta di braccianti, provenienti in gran parte dal Punjab, che lavorano nei campi fino a 14 ore al giorno per 3 euro l’ora, stordendosi di oppiacei per sopportare la fatica e il sole cocente. Una questione che, riprendendo le parole del sindaco di Cori, avrebbe veramente bisogno di una soluzione umanitaria e condivisa.

Ilaria Fondi
Da sempre tra Latina e Roma, inizio con la televisione Rai, SKY, La7 e continuo con la carta stampata. Per Latina Quotidiano seguo gli eventi. Mostre, cinema, mare, olio, tra le cose che preferisco.

CORRELATI

spot_img
spot_img