Nicola Calandrini
Nicola Calandrini

“A Conte dico che avrà pure la maggioranza e il sostegno del presidente degli Stati Uniti, ma per governare in modo serio c’è bisogno della legittimazione del consenso popolare“.

E’ l’attacco del senatore di Fratelli d’Italia, Nicola Calandrini, nel corso dell’odierno dibattito in Senato per la fiducia al nuovo esecutivo.

“L’avvocato del popolo, come il premier si è definito, sta impedendo di palesare il voto – ha avvalorato Calandrini – Se fosse veramente uomo delle Istituzioni, dovrebbe sottrarsi a questo scempio, dimettendosi“.

L’onorevole ha, inoltre, sottolineato come Fratelli d’Italia sia l’unica forza politica coerente presente in Parlamento.

“Per noi sono innaturali e impossibili le alleanze con chi è opposto al nostro modo di pensare e agire – ha affermato – Abbiamo scelto da che parte stare da quando siamo nati come partito, senza mai rinnegare le nostre idee. Siamo nel centrodestra e non ci interessa altro che un governo sovranista di centrodestra. Non è un caso se Giorgia Meloni sia stata la sola a ripetere, sin dal primo giorno di crisi, che la via maestra era il ritorno al voto“.