Sulle pendici del monte Semprevisa si è svolta la 3° edizione del Semprevisa Gravity Trail e “1°Trofeo Nardi”, che ha premiato il primo uomo e la prima donna che ha transitato la vetta del monte caro al giovane alpinista.

La 31° tappa del circuito In Corsa Libera, a cura della asd Gravity Bassiano di Alberto Corvo e della Latina Runners di Alberto Spagnoli, ha visto correre sulle distanze della Sky Trail di 15 km e della Sky Race di 24, ben 200 atleti provenienti principalmente da Lazio, Abruzzo e Marche e numerosi runners provenienti da altrettanti paesi esteri.

Una grande spinta emotiva ha accompagnato i podisti che si sono uniti nel ricordo di Daniele, alla presenza di tutti i familiari e dell’Alta Bandiera Per I Diritti Umani, vessillo che il Nardi ha portato sulle più alte vette del mondo.

“Onorati di aver avuto con noi la famiglia Nardi, al quale – spiegano gli organizzatori, della Gravity Bassiano e Latina Runners – molti partecipanti erano legati da amicizia nata spesso in montagna. Correre in mezzo la natura ti regala sensazioni che la strada non può dare. Dal punto di vista tecnico, hanno vinto gli specialisti della disciplina e mi fa enormemente piacere avere visto Agostino Nardi, papà di Daniele, prendere parte alla 24 km, con un risultato eccellente. Tutto questo ci spinge a continuare, ringraziando il Comune di Bassiano e i partner commerciali, che ci hanno consentito di organizzare tutto questo. Una sfida che nasce dall’amore per la montagna, che se la fai tua amica, sa essere straordinaria”.

Il trofeo Nardi è andato ad Emanuele Ludovisi della D+Trail e Laura Chimera del Running Club Latina. Ma se Laura Chimera ha confermato il passo fino al traguardo finale Ludovisi che ha comunque concluso al secondo posto è arrivato alle spalle del compagno di squadra Daniele Nasso specialista della disciplina e conoscitore di questa montagna. Degli uomini terzo posto per Domenico Giosi del Parks Trail.

Tornando alle donne il divario al podio è stato più netto. Seconda Raffaella Tempesta della Parks Trail e terza la pontina, Fiorenza Zorzetto Fitness Montello.

Nella 15 km il ciociario Francesco Coppa della War Win All Races, seguito dai due atleti della Nuova Atletica Cisterna: Marco Francia e Mauro Anzalone.

Nella competizione femminile primo posto di Anabel Mansilla della UISP Latina, seguita da Giorgia Guttilla della Running Club Latina e Cristiana Vignola di Rifondazione Podistica.

Premiate tutte le categorie previste dalla Fidal, mentre la classifica di società, ha registrato con il maggior numero di premiati il Centro Fitness Montello, con 25 atleti.

A premiare gli atleti, insieme alle autorità presenti, Maurizio Patarini, consigliere provinciale Opes Latina.

“Il circuito In Corsa Libera annovera al suo interno, oltre che al Semprevisa Gravity Trail, anche altre manifestazioni che si svolgono in luoghi di pregio,  basti pensare al Giardino di Ninfa, Villa Fogliano, il Parco Nazionale del Circeo, l’antica Norba, per citarne qualcuno. Queste gare, in luoghi tra i più belli del nostro territorio, possono – spiga Patarini – senza dubbio essere attrattori anche in chiave di turismo sportivo. Contribuendo alla valorizzazione non solo dei nostri beni paesaggistici, ma anche con impatti positivi su tutto tessuto economico locale”