Troppo spesso la cosiddetta comunicazione di crisi non viene tenuta in considerazione dalle aziende o dalle istituzioni e, ancor peggio, da politici, partiti e Governo.

Net in Progress, nel suo lungo percorso professionale, ha anticipato i momenti di comunicazione politica perché, da sempre, vicina al politico grazie al suo staff di professionisti in grado di comprendere dove non fosse opportuno addentrarsi.

CONSEGUENZE E TEMPI DI RISPOSTA

Questo può accadere quando uno di questi soggetti è convinto di aver comunicato nel miglior modo, senza essersi fermato a capire le conseguenze a cui poter andare incontro (ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria).

Quando parliamo di comunicazione di crisi ci riferiamo ad una serie di situazioni che possono risultare molto diverse fra di loro, ma con degli aspetti che trovano comuni riscontri: infatti, ci troviamo a vivere un’enorme pressione, sia sul lato emotivo che sul fronte temporale, perché le situazioni di urgenza producono un’accelerazione improvvisa degli eventi. Questo richiede decisioni e azioni in tempi rapidi al contrario della modalità che di solito usa la politica: tempi troppo lunghi per una soluzione che eviti di lasciare strascichi negativi sull’attività.

QUANDO SI PARLA DI CRISI?

Sono tre gli elementi alla base della comunicazione di crisi:

  1. il fatto;
  2. l’informazione;
  3. le relazioni.

Si può parlare di crisi, infatti, quando l’opinione pubblica si rende conto (informazione) di un determinato evento inaspettato (fatto) che ritiene inaccettabile mettendo in discussione, così, la fiducia del politico nei confronti del suo elettorato (relazioni).

ANTICIPARE LA CRISI

Non esiste istituzione politica che, dalla carica più alta all’ultimo dei parlamentari, non viva un momento di crisi durante la sua attività. È giusto, quindi, farsi a priori tre domande che anticipano qualsiasi situazione nella quale si potrebbero trovare:

  1. A che tipo di crisi si va incontro se…?
  2. Quando, dove e come si può verificare?
  3. Come intervenire per uscirne fuori?

A queste domande si riesce a dare risposta se ogni politico si dota di una struttura professionale come la Net in Progress. La lunga esperienza e la professionalità dell’agenzia, consentono di prevenire ogni situazione di crisi per il politico o il candidato che si accinge a concorrere ad una competizione elettorale.

ESEMPI RECENTI

Un chiaro esempio di comunicazione di crisi l’abbiamo vissuta, tutti, durante la pandemia Covid 19 e, dalla quale, non ne siamo ancora completamente usciti. Veicolazione eccessiva di informazioni, molto spesso contraddittorie, non vagliate con precisione, in alcuni casi neppure verificate, tanto da rendere difficile per i cittadini orientarsi su un terreno e un argomento tanto complicato per tutti, anche per gli scienziati che non avevano informazioni in merito al virus, dettato da un evento così nuovo ed inaspettato.

Le fonti che abbiamo avuto a disposizione, non sono state e non sono ancora, completamente affidabili per la natura della stessa evoluzione di un virus sconosciuto.

Le informazioni hanno amplificato il clima di paura e incertezza, scaturito dal timore dell’emergenza sanitaria spalmata su tutto il territorio nazionale, favorendo così la mancata applicazione delle regole della comunicazione di crisi.

L’errore più grande che i consulenti e i portavoce hanno fatto, è stato quello di applicare le regole e i linguaggi della comunicazione politica e di quella pubblica confondendole con quelle della comunicazione di crisi: due mondi completamente all’opposto per la loro natura.

Ma in che modo si può prevenire la crisi politica o quella istituzionale? Ci sono delle strategie ed una pianificazione preventiva per evitarla? Continuate a seguirci, ve ne parleremo nel prossimo articolo.

Net in Progress è sempre a vostra disposizione per analizzare i vostri obiettivi e disegnare insieme il percorso per il vostro successo.

Contattateci per una prima consulenza gratuita: info@netinprogress.com

Net in Progress – strategie di comunicazione