venerdì 20 Maggio 2022

Commissioni consiliari, la maggioranza Coletta: “Ora decide il consiglio”

I consiglieri della maggioranza Coletta spingono per trovare una soluzione politica riguardo la composizione delle commissioni consiliari. I fedeli al Sindaco denunciano la strategia del centrodestra che non apre al dialogo e non pensa al bene della città.
“Il doppio gioco di FdI e Lega” secondo i capigruppo della giunta Coletta, che prima si fa approvare le delibere e poi rimescola le carte, non fa altro che inasprire un clima politico ostile.
Per i consiglieri di Latina bene Comune, Partito democratico, Forza Italia, Movimento 5 stelle, Per Latina 2032, Riguardo Latina e Fare Latina non rimane che procedere per le vie decise in Consiglio Comunale.
“Avevamo lasciato nell’ultimo vertice dei capigruppo – riportano Campagna (LBC); De Amicis (PD); Coluzzi (Forza Italia); Colazingari (Per Latina 2032); Pannone (Riguarda Latina); Bono (M5s); Muzio (Fare Latina) – la nostra disponibilità affinché si potesse trovare una soluzione politica e di buon senso alla composizione delle commissioni andando incontro anche alle richieste del centrodestra. Non perché convinti dagli artifici matematici, ma solo in virtù del fatto che la città ha bisogno che la funzione di indirizzo e controllo del consiglio comunale sia svolta appieno. Una intenzione caduta nel vuoto vista la contrarietà delle forze d’opposizione a trovare una soluzione unanime e in tempi brevi. Il Presidente Tiero quindi si è trovato costretto a predisporre una delibera che avrebbe accolto la proposta avanzata da Fratelli d’Italia, Lega e Latina nel Cuore ma che poi, di fatto, come avevamo paventato durante i lavori, non sarebbe stata aderente a quanto già deciso nell’ultima conferenza capi gruppo. Sono peraltro arrivati i pareri negativi, dunque ostativi, proprio sulla delibera proposta dalla presidenza, tanto del dirigente degli Affari Istituzionali del comune quanto della Segreteria Generale. A questo punto – concludono – sarà il Consiglio Comunale (convocato per venerdì 28 gennaio) attraverso la sua sovranità a sciogliere la situazione di stallo, e quindi a decidere attraverso quale metodo andranno formate le Commissioni Consiliari, nel massimo e pieno rispetto dei dettami di legittimità indicati proprio dall’Ente. Da parte nostra non mancheranno, come non sono mai mancate, responsabilità e predisposizione alla cooperazione. Chiediamo ancora una volta, per il bene della nostra città, a Fratelli d’Italia, Lega e Latina del Cuore di allinearsi a questo spirito. Non è il momento di tecnicismi e ostruzionismi, urla e accuse, lo abbiamo ripetuto dalla prima assise, è il momento di dare l’opportunità a Latina di andare incontro al suo futuro. In Consiglio Comunale, per eccellenza il luogo dove la dialettica conduce alla sintesi, siamo sicuri che si arriverà ad una soluzione autenticamente democratica. In modo tale che, in occasione del prossimo vertice dei capigruppo, potremo finalmente passare alla predisposizione delle Commissioni Consiliari”.

CORRELATI

spot_img
spot_img