Coloriamoci di blu è la grande festa realizzata dai genitori della onlus LatinAutismo per celebrare la Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo istituita dall’organizzazione delle Nazioni Unite il 2 aprile.

Per il presidente dell’associazione, Monia Maglionchi, si è trattato di un vero e proprio evento, di una giornata, organizzata a misura di bambino, che ha avuto come scopo quello di celebrare l’inclusione e la consapevolezza.

Tanta la partecipazione a questo evento che si è tenuto a Palazzo M e che è stato allestito con la collaborazione dell’associazione Forma Mentis APS.

Per gli organizzatori l’inclusione sociale passa attraverso l’arte, così le scuole primarie e secondarie di Latina e provincia hanno partecipato con tutta la loro creatività al concorso organizzato per l’occasione.

Produzione grafica, fotografia, poesia e street art: ben 22 istituti scolastici, da Cori a Formia ad Aprilia, hanno sottoposto ad una giuria le opere che saranno poi vendute durante la serata di beneficenza del 10 maggio con il fine di organizzare i summer camp dei ragazzi con autismo.

Nel pomeriggio recite, spettacoli e laboratori hanno creato un clima di collaborazione e vicinanza tra i ragazzi intervenuti.

“Abbiamo ricevuto grande solidarietà da parte delle associazioni pubbliche e private e dal mondo della scuola. Stiamo – ha spiegato la Maglionchi – cercando di aprire le porte ai nostri figli e a tutti i ragazzi affetti da autismo. A scuola bisogna insegnare che la diversità è ricchezza ed eterogeneità. I nostri figli devono avere almeno la possibilità di condividere, nel modo giusto, il tempo con i loro compagni e questa grande festa vuole essere un primo passo verso una nuova idea di inclusione.”