Home Politica Coletta verso il rimpasto di giunta: la scelta per calmare gli animi...

Coletta verso il rimpasto di giunta: la scelta per calmare gli animi di LBC

0

Antonio Costanzo si è dimesso ormai da un mese e mezzo e da allora il posto di assessore al personale è rimasto vacante. Il sindaco Damiano Coletta aveva già anticipato che probabilmente avrebbe rivisto la giunta dopo l’estate e lo ha confermato nei giorni scorsi in un’intervista radiofonica. Dunque ci siamo. Solo che non ci sarà nessun altro assessore al personale, ma magari arriverà un assessore alla bellezza, una delle macroaree in cui è divisa ora la pianta organica del Comune.

Chi potrebbe ambire a un posto in giunta? Magari potrebbe essere promosso Dario Bellini, che lascerebbe così il ruolo di capogruppo e per la verità anche quello di consigliere, che andrebbe al primo dei non eletti (Gabriella Monteforte, già coordinatrice di LBC). Oppure potrebbe andarci il segretario Pietro Gava. Altri nomi che ruotano intorno alla galassia di LBC e che potrebbero ambire a un posto accanto al Sindaco in Consiglio Comunale sono Emilio Ranieri, Piermario De Dominicis o Graziano Lanzidei. 

Damiano Coletta ci sta riflettendo e la sua scelta dovrà calmare i contrasti interni alla sua maggioranza e al movimento. Già perché se LBC dall’esterno appare come un monolite, all’interno tuttavia le discussioni e le tensioni ci sono. A destare qualche critica è l’assessore Felice Costanti, accusato di essere una forza per così dire eccessiva. Ma anche Giulio Capirci solleva qualche perplessità, perché poco presente. Malumore invece anche dalle parti di Antonella Di Muro: l’assessore allo Sport e alla Cultura si aspettava forse una difesa maggiore da parte di LBC sia sulla questione delle scuole ma anche sul delicato caso del PalaBianchini. Di tutto questo Damiano Coletta tiene conto, per ora fa il padre nobile, ma essendo sia Sindaco sia Presidente di LBC, tiene gli occhi aperti affinché tutto rimanga sotto controllo.

Exit mobile version