Roma-Latina

La sentenza sulla Roma Latina è un macigno per lo sviluppo della Regione Lazio. Ma l’opera va fatta, e anche in fretta. Così Claudio Fazzone sulla Roma-Latina, dopo che ieri la pronuncia del Consiglio di Stato ha stabilito che la gara è da rifare.

“La sentenza del Consiglio di Stato che, accogliendo l’ennesimo ricorso, ha annullato la gara d’appalto per l’autostrada Roma – Latina che si era conclusa con l’aggiudicazione al Consorzio Stabile Sis, si abbatte come un macigno sullo sviluppo della regione Lazio. Non possiamo permetterci, nell’interesse di cittadini ed imprese che attendono questa opera strategica da quasi venti anni, che cali il sipario sulla sua messa in cantiere”, così il senatore e coordinatore regionale di Forza Italia.

“Concordo, in questo senso, con la posizione espressa dal presidente della regione Lazio Zingaretti che, prendendo spunto dal dibattito apertosi a seguito dei recenti fatti di Genova, propone di trovare soluzioni diverse, tra cui l’aggiudicazione diretta, per la  realizzazione della Roma – Latina. E’ stato perso tanto, troppo tempo. Oggi il tema, a cui mi auguro diano il proprio contributo unanime tutti i rappresentanti delle istituzioni e della politica, è trovare in modo rapido e risolutivo lo strumento migliore per realizzare e gestire questa infrastruttura. Altri venti anni di rinvii non possiamo permetterceli”