Donare significa salvare una vita e, soprattutto, in un periodo di emergenza come quello che stiamo vivendo, evitare che la sanità e l’assistenza di pazienti soprattutto cronici possa bloccarsi a causa della mancanza di sangue.

Sulla scorta di un lavoro costante effettuato sul territorio l’Avis di Cisterna procede all’insegna della massima sicurezza sia per gli operatori che per i donatori.

Inoltre, la Regione Lazio informa al fine di valutare un maggior numero di soggetti l’esposizione a SARS-CoV-2 e al contempo di incentivare la donazione sui territori regionale, ha deciso di estendere l’accesso al test sierologico per la verifica degli anticorpi IgG, anche ai donatori occasionali.

Il test effettuato, contestualmente alla donazione del sangue, previa sottoscrizione del consenso informato da parte del donatore, sarà, dunque, totalmente gratuito e indipendente dal tipo di donazione: sangue intero, plasmaferesi, eritroplasmaferesi.

“Una proposta che sta ottenendo un’adesione pressoché totale dei donatori di sangue, che dimostrano ancora una volta generosità e grande senso di responsabilità, allargando con il loro consenso l’azione preventiva per il contrasto alla diffusione del contagio. Questa indagine epidemiologica, aggiunta a quelle già in corso per altre categorie, contribuirà a individuare e circoscrivere potenziali focolai. Siamo fieri dei nostri donatori – spiega in una nota l’Avis di Cisterna di Latina – la cui generosità supera ogni confine e non conosce ostacoli. Anche nel periodo di emergenza le donazioni sono proseguite, in sicurezza e senza rischi, e come sempre la nostra Avis non solo è autosufficiente, ma anche in grado di donare ad altre”.

La provincia di Latina attualmente è in grado di mantenere l’autosufficienza e continua a inviare sangue ad altre province della nostra regione che non lo sono.

“I dati raccolti fa sapere l’Avis Comunale di Cisterna di Latina, permetteranno di capire se la diffusione del virus tra i donatori di sangue delle diverse province è in linea con la situazione del territorio di appartenenza, e quindi di comprendere meglio come e dove il virus sia circolato, fermo restando il fatto che tutte le donazioni, anche nel periodo di emergenza, sono state effettuate in condizioni di massima sicurezza sia per chi il sangue lo ha donato, sia per chi lo ha ricevuto”.

Tutte le persone dai 18 ai 60 anni possono prenotare la loro donazione telefonando al numero 06.9695895 o recandosi presso il nostro punto di raccolta temporaneo sito in Largo Donatori del Sangue,1 dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 19:30.

Le giornate di donazione sono: tutti i mercoledì – venerdì e domenica dalle 7.30 alle 10.30, presentarsi muniti di un documento di riconoscimento, del codice fiscale o tessera sanitaria. Dopo aver compilato il questionario, ci sarà un colloquio privato con il medico che valuterà se si è idonei per donare il sangue.