Cisterna, spari al Carabiniere: solidarietà dalla politica. M5S: “Attacco chiaro ed evidente”

Danilo-Toninelli-Giulia-Grillo
Danilo Toninelli e Giulia Grillo, capigruppo del Movimento 5 Stelle al Senato e alla Camera

Arriva la solidarietà di tutti i candidati sindaco di Cisterna e persino del Movimento 5 Stelle nazionale, al maresciallo dei Carabinieri di Cisterna oggetto di un grave atto intimidatorio nella notte tra sabato e domenica. Ieri si sono espressi i candidati alle prossime elezioni del 10 giugno.

Solidarietà all’arma dei Carabinieri è stata espressa da Mauro Carturan.

“Esprimo al maresciallo e all’Arma dei Carabinieri tutta, la mia più profonda vicinanza e solidarietà per l’ignobile gesto, vigliacco e criminale, accaduto la scorsa notte. Spero in un futuro dove atteggiamenti del genere siano solo atti passati ed isolati e auspico in un domani dove Cisterna non debba vivere più queste situazioni”, ha dichiarto invece Gianluca Del Prete.

“Ho appreso del grave gesto subito dal maresciallo dei Carabinieri in servizio al comando di Cisterna. Esprimo solidarietà e incoraggiamento con l’auspicio che vengano in tempi brevi individuati i responsabili”, queste le parole di Maria Innamorato.

“Esprimo massima solidarietà al comandante della stazione di Cisterna di Latina, chiederemo al Prefetto di intensificare controlli e vigilanza sul territorio”, così il candidato del Movimento 5 Stelle Marco Capuzzo.

“Esprimo il più alto senso di solidarietà per l’attentato intimidatorio verso l’arma dei Carabinieri di Cisterna con l’auspicio che vegano individuati e arrestato i responsabili di un gesto così vile e folle”, dichiara Giancarlo Carapellotti, candidato dei Pas Forconi.

Nella mattinata di oggi la dichiarazione dei capigruppo del Movimento 5 Stelle di Camera e Senato, Giulia Grillo e Danilo Toninelli: “Una strana ed inquietante sequenza di atti violenti sta investendo le forze dell’ordine tra Anzio e Cisterna di Latina. La sera del 20 maggio sono stati esplosi quattro colpi di pistola contro l’auto di un maresciallo di Cisterna, parcheggiata vicino alla stessa caserma. Gli aggressori hanno poi dato alle fiamme l’auto con cui si erano mossi. Un segnale inquietante che dimostra di essere davanti a professionisti. Pochi giorni prima ad Anzio è stata data alle fiamme l’auto del commissario Adele Picariello, episodio che segue l’incendio di ben due auto della Guardia di Finanza in pieno centro ad Anzio. Il Movimento esprime piena solidarietà e totale vicinanze alle donne e agli uomini delle forze dell’ordine impegnati in prima linea nel contrasto alla criminalità organizzata, nella difesa dei cittadini e della legalità. Non sappiamo se ci sia un filo conduttore, questo lo accerterà la magistratura, di sicuro è in atto un attacco chiaro ed evidente. Abbiamo sempre tenuto alta l’attenzione e lo faremo ancora di più soprattutto in questo momento che i comuni tornano al voto. Nella scorsa legislatura è stato svolto un intenso lavoro con la commissione Antimafia, e abbiamo segnalato le nostre preoccupazioni anche con una lettera al Prefetto competente. La criminalità non può condizionare il voto democratico“.

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO – “Da rappresentante delle Istituzioni e dello Stato non posso non esprimere tutta la mia vicinanza all’Arma dei Carabinieri e al militare vittima del vile atto intimidatorio – così Monica Ferrara Minolfi, commissario straordinario di Cisterna – . La violenza va combattuta con forza e vigore. E sono al fianco di quanti ogni giorno difendono la nostra democrazia. Sono sempre più convinta che non dobbiamo mai abbassare la guardia e soprattutto non farci intimidire da simili atti. Spero che quanto prima gli autori di questo gesto vengano assicurati alla giustizia perché lo Stato e la democrazia deve sempre vincere sul malaffare e sulla violenza”

SHARE