Spaccio di sostanze stupefacenti, per questo reato un uomo di 34 anni di origini nigeriane è stato arrestato a Cisterna.

Gli agenti di polizia, da diverso tempo impegnati in attenti servizi di osservazione presso le piazze solitamente utilizzate per lo spaccio di droga, impegnati nei pressi dello scalo ferroviario di Cisterna, hanno notato un andirivieni di ragazzi stranieri da uno stabile in stato di abbandono.

Due di questi in particolare attiravano l’attenzione degli investigatori tanto da decidere di procedere ad un loro controllo. I poliziotti hanno chiesto loro il contenuto delle tasche e i due hanno così consegnato, con non poco nervosismo, i propri portafogli, cellulari ed un mazzo di chiavi, dichiarando di provenire da Colleferro, dove sarebbero domiciliati.

Il mazzo di chiavi era proprio lo stesso utilizzato per entrare ed uscire dallo stabile dai ragazzi durante il servizio di appostamento.

Entrati nell’edificio gli agenti del Commissariato si sono fatti indicare la stanza del 34enne che, nonostante un inutile tentativo di fuga e resistenza, non ha potuto evitare che i poliziotti trovassero più di 300 grammi di marijuana e materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi, come bustine in nylon tagliuzzate, un grosso rotolo di cellophane ed un bilancino di precisione.

La droga è stata sequestrata.