madre

Dovrà affrontare il processo il 42enne di Cisterna accusato di maltrattamenti sulla madre invalida. Oggi si è tenuta l’udienza preliminare davanti al giudice del tribunale di Latina, Giuseppe Cario, che ha rinviato a giudizio l’imputato. L’uomo dovrà comparire davanti al giudice Bernabei il prossimo 12 aprile, per l’inizio del dibattimento.

L’uomo avrebbe maltrattato la madre, anche davanti ai figli minorenni, di 8 e 10 anni, costringendola a restare per giorni nella sua camera da letto pur di non incontrarlo. L’avrebbe picchiata e insultata pesantemente, tanto da farle pensare anche di togliersi la vita. La donna mangiava da sola nella sua stanza ed espletava lì anche i suoi bisogni fisiologici. Le sarebbe stato impedito anche di camminare in casa con il deambulatore. In un episodio il 42enne l’avrebbe colpita violentemente alla testa, alla schiena e al braccio, causandole diversi ematomi.

Alla fine, stanca delle continue angherie, l’anziana si era rifugiata dalla figlia decidendo anche di sporgere denuncia.