polizia

Violenta lite in famiglia porta i vicini di casa ad allertare la polizia. E’ accaduto ieri a Cisterna.

Agli agenti del commissariato di Cisterna, tempestivamente intervenuti, hanno rilevato una situazione particolarmente tesa, tanto da dover richiedere il supporto di altri agenti per bloccare un giovane in stato di evidente agitazione.

La madre del 21enne, ferita in più parti e con un taglio dal quale perdeva sangue,  ha minimizzato l’accaduto, mentre la sorella ha confermato la violenta aggressione da parte del ragazzo il quale, nonostante la presenza dei poliziotti, ha tentato comunque di aggredire i familiari.

È quindi emersa una situazione di perduranti vessazioni domestiche, mai denunciate, scatenate dalla convivenza forzata in ragione delle attuali limitazioni per l’emergenza epidemiologica in atto.

Per tale ragione è stata applicata nei confronti del ragazzo di 21 anni la misura pre-cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare. Ora non potrà avvicinarsi a meno di 500 metri dal suo nucleo familiare.