Pianta marijuana

La marijuana coltivata dal ragazzo di Cisterna arrestato ieri dai carabinieri, sarebbe legale. Questo ha spiegato il 40enne questa mattina, al giudice per le indagini preliminari del tribunale di Latina, Giorgia Castriota.

Il gip però ha convalidato l’arresto e disposto la misura cautelare in carcere. L’uomo, difeso dall’avvocato Flaviana Coladarci, ha detto di aver comprato un kit che gli hanno assicurato sia legale. La marijuana leggera ha infatti un principio attivo molto basso. Le piantine sarebbero servite per uso personale.

Il giudice, però, in attesa della perizia sullo stupefacente, ha disposto la convalida.

In casa dell’indagato i carabinieri hanno trovato una vera e propria serra. Quindici piantine erano ancora piccole, mentre 23 raggiungevano il metro e mezzo di altezza. Insieme agli arbusti anche 4 lampade alogene, ventilatori e tutti i prodotti specifici per la coltivazione.