Sono trascorsi, ormai, due anni dalla tragica scomparsa di Alessia e Martina Capasso.

Una vicenda che ha lasciato una ferita insanabile all’interno della comunità che non ha mai smesso di ricordare il sorriso di due bimbe strappate alla vita con violenza inaudita.

Le piccole erano inserite nella comunità parrocchiale di San Valentino.

Alessia, nello specifico, viveva un percorso di crescita nell’Azione cattolica dei ragazzi (ACR).

A distanza di due anni da allora, dopo un silenzio di necessaria riflessione, la comunità vuole essere testimone di speranza e ripartenza.

Per questo i giovanissimi e i giovani di Azione Cattolica parrocchiale stanno organizzando, presso la Chiesa di San Valentino, la “Festa dei Diritti dei Bambini e Ragazzi in memoria di Alessia e Martina”.

Un pomeriggio di sensibilizzazione sul tema della Convenzione di New York sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, adottata dall’Onu il 20 novembre 1989.

Saranno previsti giochi a misura di bambini e ragazzi, ma anche momenti di condivisione e riflessione, con la lettura di alcuni articoli tratti dalla Convenzione stessa

“Vorremmo vivere una giornata di impegno civile – dicono gli organizzatori – per fare in modo che la luce rischiari le coscienze dei cittadini. Da quest’anno l’augurio che ci facciamo è che, nel pensare alla data del 28 febbraio, il cuore di ognuno non resti ancorato a ciò che è stato ma che porti con sé un messaggio propositivo, che parli di ciò che possiamo fare, del contributo che ogni cittadino può dare alla propria comunità prendendosene cura in prima persona”.