Una maxi multa è stata comminata dalla polizia locale di Cisterna ad un cittadino straniero.

5.100 euro di sanzione, oltre al sequestro di documenti falsi, fermo amministrativo dell’auto e denuncia.

Proprio una brutta giornata quella vissuta da un cittadino del Senegal, controllato dagli agenti della Locale di Cisterna nel corso di controlli per il rispetto delle normative anticovid nella serata di domenica 10 gennaio.

Gli agenti hanno fermato una Peugeot 206 guidata da S.B., nato in Senegal nel 1994, il quale esibiva una patente di guida rilasciata dalle autorità della Repubblica del Senegal ed il relativo permesso internazionale di guida.

Non avendo con sé nessun altro documento d’identità, la pattuglia provvedeva a sottoporre l’uomo a rilievi fotodattiloscopici per identificarlo. E’ risultato così essere un richiedente asilo politico ma con a carico numerosi precedenti di polizia per diversi reati commessi in varie parti d’Italia negli ultimi quattro anni.

Gli accertamenti sulla patente di guida rivelavano, seppur molto somigliante a quelle rilasciate dallo Stato del Senegal, minimi elementi che ne stabilivano la contraffazione, come pure falso era il permesso internazionale di guida.

Si provvedeva dunque a denunciare il conducente alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Latina per il reato di contraffazione e uso di atti falsi.

Ulteriori indagini sono in corso per risalire al proprietario del veicolo del quale lo straniero denunciato non è stato in grado di dare informazioni. L’auto però risulta intestata a un cittadino della Repubblica di Guinea, anagraficamente residente a Roma, ma di fatto senza fissa dimora.

Il veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo per tre mesi e al conducente, come detto, oltre alla denuncia penale è stata notificata la sanzione amministrativa di 5.100 euro per guida senza patente.