Bretella Cisterna-Valmontone
Mauro Carturan

Un netto cambio di passo. E’ quello che la Lega chiede al sindaco di Cisterna, Mauro Carturan.

Sul Comune grava ancora l’azzeramento della giunta deciso dal primo cittadino qualche settimana fa e seguito ad una serie di tensioni interne alla stessa maggioranza.

“Il sindaco di Cisterna di Latina, Mauro Carturan, si concentri sull’emergenza Coronavirus e sulle difficoltà delle famiglie e degli imprenditori colpiti dagli effetti negativi sull’economia, invece – spiegano Andrea Nardi, coordinatore e capogruppo comunale della Lega, e Orlando Angelo Tripodi, capogruppo regionale del Carroccio – di essere protagonista di iniziative da Prima Repubblica nel momento più critico della storia d’Italia degli ultimi dieci anni”.

Proprio Cisterna, infatti, nelle ultime settimane sta viaggiando su un numero altissimo di contagi pari ad una decina al giorno collocandosi tra i Comuni più attenzionati della provincia insieme al capoluogo, ad Aprilia, ma anche a Gaeta e Terracina.

“I cittadini chiedono soluzioni tempestive di sostegno, a partire dallo stop sui tributi. Purtroppo Carturan pensa a forzare sia il Testo unico degli enti locali sia lo Statuto comunale nel bel mezzo di una pandemia senza alcuna motivazione. Davvero senza parole per la città e dagli alleati di Fratelli d’Italia, il cui vicesindaco è stato salvato dai nostri consiglieri comunali nel momento della mozione di sfiducia – concludono -presentata dalla minoranza. Dal canto suo, la Lega pone al centro i cittadini e rimanda al mittente gli inciuci di palazzo. Solidarietà al presidente del consiglio comunale, Pierluigi Di Cori’‘.