Bretella Cisterna-Valmontone
Mauro Carturan

E alla fine Fratelli d’Italia a Cisterna è imploso. Prima le discussioni, poi i distinguo ed una polemica che più o meno sottotraccia è proseguita fuori e dentro l’aula consiliare ha portato ad una spaccatura che potrebbe, anche se in politica mai nulla è definitivo, rilvelarsi definitiva.

Oggi in consiglio comunale, infatti, in concomitanza del ritorno di Vittorio Sambucci al fianco del sindaco Carturan nel ruolo di suo vice, il capogruppo di Fratelli d’Italia, Marco Squicquaro, ha dichiarato le proprie dimissioni dall’incarico e dal partito, annunciando la nascita del Gruppo Misto composto insieme a Federica Agostini, Marco Mazzoli e Luigi Iazzetta, confermando la fiducia al sindaco.

In aula ha fatto il proprio esordio Luigi Esposito in veste di assessorePrima di avviare la discussione, il presidente del consiglio comunale Pier Luigi Di Cori ha invitato i presenti ad un minuto di silenzio per la recente scomparsa di Don Livio Fabiani.


Ha aperto gli interventi il consigliere Sarracino esprimendo soddisfazione per l’avvenuta costituzione in parte civile dell’amministrazione comunale nella vicenda ex Meccano, inoltre si è detto preoccupato per l’aumento dei contagi da Covid-19 a Cisterna chiedendo lo svolgimento delle sedute di Consigli in modalità da remoto.


Non sono mancate da parte dell’opposizione, Santilli, Innamorato, Melchionna, Capuzzo, le richieste di chiarimento sulla crisi interna alla maggioranza che ha portato il sindaco, circa due mesi fa, ad azzerare la giunta che a tutt’oggi non è ancora stata interamente ricomposta.


Il sindaco ha risposto che è evidente come nella maggioranza sia in atto un confronto ma che mai è stata messa in dubbio la fiducia al sindaco. Pertanto sta lavorando per una ricomposizione della squadra che tuttavia è stata sempre operativa portando avanti importanti progetti per la città come il piano di mantenimento industriale, il dibattito sulla localizzazione del sito di stoccaggio dei rifiuti in ambito provinciale, la Casa della Salute ed altro.


Quindi si è passati all’esame dei punti all’ordine del giorno riguardanti una serie di variazioni del bilancio di previsione 2020-2022 – illustrati dall’assessore Di Candilo – volti a garantire la copertura finanziaria al contributo del Ministero per i Beni e le attività culturali e per il turismo concesso alla Biblioteca Comunale per l’incremento del patrimonio librario; al contributo della Regione Lazio anch’esso concesso alla Biblioteca Comunale per fornire adeguati servizi in modalità digitale; inoltre al servizio di Protezione Civile per l’acquisto di beni per evenienze sanitarie e calamità.


Approvati la salvaguardia degli equilibri di bilancio e contestuale variazione di bilancio e una serie di debiti fuori bilancio relativi a varie sentenze esecutive del tribunale o della commissione tributaria per ricorsi risalenti ad alcuni anni fa.

Hanno concluso i lavori l’approvazione del regolamento per la disciplina e l’organizzazione del sistema dei controlli interni e, all’unanimità, il nuovo regolamento sull’ “Organizzazione ed il funzionamento delle commissioni consiliari” composto da 14 articoli frutto della partecipazione di rappresentanti di tutte le forze politiche in Consiglio.