domenica 25 Settembre 2022

Cisterna, disperato per la casa popolare occupata: tenta il suicidio in Comune

È entrato in Comune a Cisterna e ha minacciato di suicidarsi. L’episodio si è verificato questa mattina, e il protagonista è già noto ai servizi sociali e alla Asl. L’uomo si è recato al primo piano del Palazzo in Via Zanella munito di corda intorno al collo e dicendo di aver ingerito psicofarmaci. La protesta estrema è nata perché l’uomo è assegnatario di una casa popolare, che da tre mesi risulta occupata abusivamente da un’altra famiglia.

Sul posto sono immediatamente intervenuti i Servizi Sociali, la Polizia Locale, le Forze dell’Ordine, la ASL competente e il 118. È arrivata anche l’assessore competente Viviana Agnani che insieme agli uffici ha mostrato all’uomo quanto stava già facendo il Comune per risolvere il suo caso. L’Ater stessa, proprietaria dell’immobile, ha già attenzionato il caso, tanto che il direttore generale Paolo Ciampi, contattato telefonicamente, ha assicurato che sono state attivate le procedure per arrivare all’esproprio dell’appartamento. Ad ogni modo l’Assessore Agnani insieme alla Polizia Locale hanno dato inizio a procedure di urgenza per la risoluzione del caso.

Alla fine l’uomo si è arreso e ha accettato di levarsi la corda al collo e di farsi assistere dal 118.

“Purtroppo il problema delle occupazioni abusive è divenuto una piaga sociale a livello nazionale, che dilaga ampiamente a causa delle lungaggini burocratiche e della ormai insostenibile crisi economica – così l’assessore Viviana Agnani – Ecco perché, per quanto di competenza, mi sono sempre mostrata attenta nell’affrontare e supportare tutti i cittadini, compreso il caso particolare di stamane, che vivono questa difficoltà. Infatti, nello scorso anno, insieme agli uffici del Comune e in collaborazione con l’ATER, siamo riusciti a liberare diversi alloggi avviando decreti di decadenza. Rinnovo la mia disponibilità, insieme a quella del Sindaco Eleonora Della Penna, a sostegno del signore e di tutti coloro che vivono questo disagio ad attivare le adeguate azioni”.

* Foto presa dalla pagina Facebook Riprendiamoci Cisterna

CORRELATI

spot_img
spot_img