Tre ambulatori chiusi, uno a Cisterna e due a Piacenza ed un uomo di 57 anni denunciato per esercizio abusivo della professione medica.

Questo il bilancio delle operazioni del Nas di Latina e di Parma.

L’uomo avrebbe effettuato prestazioni sanitarie di esclusivo ambito odontoiatrico.

Le indagini sono partite dopo una serie di segnalazioni ai carabinieri del Nucleo antisofisticazione.

Gli accertamenti dei militari del capoluogo pontino, guidati dal capitano Felice Egidio, hanno trovato riscontri tali da convincere il pubblico ministero della Procura di Latina, Valentina Giammaria a chiedere il sequestro preventivo degli studi. Il giudice per le indagini preliminari Giorgia Castriota ha così firmato il provvedimento.

Il 57enne in quanto odontotecnico si sarebbe dovuto occupare essenzialmente di protesi dentarie.

Invece, secondo gli investigatori, grazie alla complice tolleranza di due direttori sanitari delle strutture, avrebbe svolto tutte le attività di un dentista.