Proseguono i lavori di manutenzione per rendere agibile lo stadio Domenico Bartolani di Cisterna.

Secondo palasport del Lazio con 3mila posti a sedere, la struttura continua ad essere sottoposta a interventi di messa a norma.

Dopo i i lavori di ripristino dell’impianto di irrigazione e antincendio, è la volta dell’impianto elettrico.

Un’operazione che terminerà a settembre e che consentirà di allacciare le condutture dei cavi elettrici alla cabina di media tensione Enel, presente su viale delle Province.

“Con questi lavori – afferma l’assessore ai lavori pubblici, Patrizia Capitani – l’impianto sportivo, vanto per tutta la comunità di Cisterna, sarà ancora più funzionale ed efficiente. Inoltre costituisce un ulteriore attuazione del nostro programma di governo che prevede il completamento totale dell’importante struttura sportiva”.

L’ulteriore realizzazione della cabina di trasformazione in bassa tensione all’interno dello stadio consentirà, inoltre, di alimentare l’intero complesso sportivo, liberandolo dalla dipendenza del gruppo elettrogeno.

Sono interventi che tra illuminazione, sistemazione del manto erboso e spogliatoi stanno costando circa 200.000 euro al Comune al fine di ottenere il tanto agognato certificato di agibilità.

Già la recente sostituzione e messa in funzione dei due serbatoi idrici per la manutenzione del prato è costata 50 mila euro, ora i lavori sembrano giungere a conclusione con un’operazione che interesserà anche l’area del parcheggio.

In corso anche l’istruttoria presso la Cassa Depositi e Prestiti per l’implementazione dell’impianto di trattamento per il gruppo di refrigerazione e per la sistemazione dello spazio circostante lo stadio.

Quest’ultima azione è rivolta principalmente a migliorare l’accesso diretto dei tifosi provenienti dalla stazione ferroviaria.