domenica 14 Aprile 2024
spot_img

Cimitero ancora nella spirale concessioni. Doppio incontro con i cittadini ma nessuna soluzione

La situazione delle concessioni al cimitero di Latina resta, al momento, in una spirale.

Da una parte c’è la società Ipogeo che chiede ai cittadini di rexarsi presso gli uffici per definire il rinnovo.

Dall’altra il Comune di Latina che non ha ancora trovato una soluzione.

In mezzo i cittadini e le associazioni dei consumatori che puntano a trovare una soluzione che non gravi sugli utenti.

Proprio per spiegare quale sia lo stato del’arte sulla vicenda mercoledì 13 novembre, dalle 11, presso il Circolo Cittadino di Latina, le associazioni di tutela dei consumatori Asso.Cons, Codici e Udi.Con, insieme al Partito comunista, terranno una conferenza stampa dal titolo: il cimitero di Latina, criticità, silenzi e bugie.

All’incontro sono invitati i cittadini, le associazioni di categoria, i titolari di agenzie funebri, gli amministratori e funzionari comunali a presenziare.

Giovedì 14 novembre sarà la volta di Codacons Latina che ha organizzato  presso la sala De Pasquale, al Comune di Latina, in piazza del Popolo, alle 17, un incontro con la cittadinanza per fare il punto sulla questione del cimitero.

“Considerata la notizia dell’entrata in vigore imminente del Protocollo e le ultime iniziative di Ipogeo – spiega Lidia Ponzio, presidente Codacons Latina, – allo scopo di fornire informazioni aggiornate in merito in collaborazione con la Federconsumatori abbiamo organizzato l’incontro al quale abbiamo invitato l’assessore Ranieri in rappresentanza dell’amministrazione”.

Saranno fornite le valutazioni delle associazioni dei consumatori sulla gestione e le iniziative allo studio per cercare di risolvere i problemi che si sono riversati sulla cittadinanza.

La giunta di Latina ha approvato un protocollo di intesa, operativo da oggi 11 novembre, con le associazioni dei consumatori riconosciute con sede nel territorio comunale e fortemente voluto da Codacons e Federconsumatori.

Sancisce il diritto per le associazioni di verificare l’andamento di tutti i servizi pubblici dati in concessione dal punto di vista gestionale, economico e qualitativo.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img