martedì 28 Giugno 2022

Cimitero ancora nel caos concessioni. L’attenzione di Coletta c’è ma di soluzioni neanche l’ombra

A metà settembre il cimitero di Latina era finito nella tempesta del rinnovo delle concessioni.

A fine settembre il Comune, per voce dell’assessore Ranieri, aveva detto che si stanno cercando delle soluzioni.

Quali, con che tempistiche non era dato saperlo.

La vicenda è nota. La società Ipogeo che gestisce il cimitero aveva comunicato, tramite l’apposizione di alcuni post it gialli sulle lapidi, ai familiari dei defunti l’esigenza di recarsi presso gli uffici per comunicazioni urgenti sulla concessione scaduta.

La comunicazione, in parole semplici, consisteva nell’esigenza, per gli interessati, nel pagamento per il rinnovo della concessione.

Da lì si era scatenato il putiferio a fronte di concessioni “perpetue” e sulla retroattività del provvedimento previsto nel regolamento.

Sula vicenda il Partito Comunista, Asso Cons, Udi. Con e Codici hanno avviato una petizione con una raccolta firme per chiedere risposte chiare ed evitare l’ennesimo disagio per cittadini.

Oggi si è svolto l’incontro tra il sindaco Damiano Coletta, l’sssessore ai lavori pubblici, Emilio Ranieri e i rappresentanti provinciali di Cgil, Cisl e Uil, Giuseppe Sperandio, Roberto Cecere, Gino Maria Ridolfi, Luigi Garullo e Maria Carla Pucci sulla questione.

L’amministrazione ha ascoltato le richieste dei sindacati sintetizzate principalmente in due punti: la definizione dei tempi delle sepolture secondo quanto previsto dalla convenzione e la legittimità delle retroattività, due passaggi sui quali l’attenzione del Comune era tra l’altro già massima.

Il sindaco Coletta e l’assessore Ranieri hanno ribadito alle segreterie provinciali confederali quanto sia importante risolvere al più presto la questione legata alle concessioni dei loculi ed evitare qualsiasi tipo di disagio per i cittadini.

Ancora una volta l’impegno c’è ma sapere quando la vicenda troverà soluzione ancora non si sa.

CORRELATI

spot_img
spot_img