Gianluca Del Prete

Si parlano via Facebook Mauro Carturan e Gianluca Del Prete. Così procede la campagna elettorale di Cisterna in attesa del voto del 6 gennaio nelle quattro sezioni dove il Tar ha accertato irregolarità. 

Il primo a pubblicare un video è stato Gianluca Del Prete che ha voluto spiegare le ragioni del ricorso al Tar senza risparmiare stoccate all’avversario. 

“Abbiamo speso poco già di 2 mila euro di tasca nostra per il ricorso, loro e Carturan 12 mila euro con i soldi del cittadini”, ha iniziato Del Prete.

“Un avversario che ha basato la sua sfida sul riscatto personale perché non ha presentato ricorso al Consiglio di Stato? Forse aveva paura di dover tornare al voto su tutte le sezioni o forse perché non c’è copertura economica alle casse comunali? Oppure perché deve mettere mano al portafoglio?”, continua Del Prete 

Il candidato sindaco da appuntamento a tutti al prossimo video con un “Ciao ciao”.

E da “Ciao ciao” riparte nella sua replica Mauro Carturan.

“Ciao Del Prete, vorrei sapere quando la finisci di insultare e di parlare di Carturan e inizi a parlare dei progetti che hai per la città – esordisce invece Carturan -. Ero tua amico, ora sono il diavolo, qualcuno ti consiglia male”.

“Lascia perdere ciao ciao, parla della città e forse ci vedremo al ballottaggio. Qual è il tuo modello? Contro Carturan, lavorare per Fazzone o per Moscardelli? Spiegalo alla città – incalza Carturan – Gradirei che la finissi con gli insulti e parlassi di come risolvere insieme i problemi della città.

Infine, Carturan apre al confronto: “Ti consiglio di incontrarci, parlare e vedere come far crescere la città perché i topi io non li porto in tasca, le scuole le ho difese, le voglio lucide e funzionanti come le vuoi tu, vediamo come possiamo farlo insieme. Ti aspetto in piazza per un confronto pubblico, io e te”.

Il 6 gennaio, al più tardi il 20, saranno gli elettori di Cisterna a dire “Ciao ciao” a uno dei due sfidanti.