Unicoop

Chiudono ben otto supermercati Coop del basso Lazio. Uno di questi si trova ad Aprilia in via Mascagni. In totale sono in ballo 270 posti di lavoro.

Proprio i dipendenti sono quelli più preoccupati e che si sentono traditi dal supermercato. Dai social è partito il refrain “La Coop non sei più tu”.

Una velata accusa a Unicoop Tirreno che gestisce gli otto punti vendita destinati a chiudere. Insieme ad Aprilia chiuderanno due negozi a Pomezia, e i punti di Colleferro, Genzano, Velletri, Fiuggi e Frosinone.

A questi si aggiunge un altro punto che sarebbe a rischio: l’Ipercoop del Centro Commerciale Aprilia2.

A difesa dei lavoratori interviene la Uiltucs Latina che mette sotto accusa la gestione dei dirigenti della cooperativa. A loro dire, sono state fatte delle cose sbagliate: “Ad oggi e da anni nei negozi Coop prevale lo sportello bancario, il prestito sociale con le attività di supermercato diventati collaterali ed accessorie”.

Insomma, uno snaturamento dei punti vendita che li ha resi meno supermercati e più dediti ad attività finanziarie.

E ora? Secondo i sindacati potrebbero presto intervenire altre realtà della grossa distribuzione per rilevare le insegne che abbasseranno le saracinesche.

È la speranza dei lavoratori. Un po’ come l’anno scorso, quando Unicoop Tirreno decise la chiusura del punto di Terracina. Poi intervenne un altro marchio della Grande Distribuzione Organizzata, si cambiò l’insegna e si salvaguardarono i posti di lavoro.

L’auspicio è che anche in questo caso possa esserci una conclusione analoga.