lunedì 25 Ottobre 2021

Cessna precipitato: verso un unico processo. Axa responsabile civile

Saranno riuniti i due procedimenti penali in corso per la morte di Umberto Bersani e Antonio Belcastro, precipitati con un Cessna sull’Appia. Ieri, presso il tribunale di Latina, si è tenuta l’udienza davanti al giudice Giorgia Castriota.

Indagati sono qui il pilota che era alla guida dell’aereo, Giovanni Grande, e Paolo Trevisani, responsabile dell’associazione sportiva dilettantista Paracadutisti Cisterna, più altre due persone accusate di favoreggiamento.

Ieri è stata accolta la citazione come responsabile civile dell’assicurazione del veivolo, la Axa Assicurazioni, che in caso di una condanna parteciperebbe al risarcimento nei confronti delle parti civili. Si sono anche costituiti parte civile alcuni dei familiari delle 2 vittime.

Il gup ha quindi disposto il rinvio al prossimo 8 giugno per la riunificazione con il procedimento, in corso davanti al giudice Pierpaolo Bortone, che vede indagati il vicedirettore dell’Enac (Ente nazionale per l’aviazione civile), la responsabile della Direzione aeroportuale Lazio, e il responsabile della Direzione regolazione personale operazioni di volo. Indagata anche la responsabile del centro di volo.

Durante la scorsa udienza davanti a Bortone era stata accolta la citazione come responsabile civile dell’Enac. con ogni probabilità quindi ci sarà un unico procedimento per la morte dei due paracadutisti avvenuta ormai più di 3 anni fa, il 3 settembre del 2017.

Silvia Colasanti
Giornalista pubblicista dal 2009 ha cominciato a scrivere nel 2005. Laureata in Scienze politiche, con un Master in Diritto europeo, ha lavorato per tre anni (tra le altre esperienze) nella redazione de Il Tempo Latina, poi come redattrice al Giornale di Latina. Si occupa essenzialmente di cronaca, in particolare di cronaca giudiziaria

CORRELATI

spot_img
spot_img