atti vandalici

Scontro aperto sul tema della sicurezza a Castelforte, dopo gli ultimi atti vandalici che si sono verificati nei locali sottostanti i campetti di San Rocco, alcuni giorni fa.

Ad innescare la polemica, i vari commenti sui social che avrebbero sottolineato un fantomatico immobilismo dell’amministrazione.

Critiche che hanno fatto amaramente sorridere il sindaco Giancarlo Cardillo, disposto a ribadire l’efficiente operato, spesso strumentalizzato.

atti vandalici
Giancarlo Cardillo

Assieme al presidente del consiglio, Alessandro Ciorra, il primo cittadino ha specificato che “il Comune ha intercettato nella tarda primavera un finanziamento del Ministero dell’interno per la realizzazione di telecamere all’avanguardia”.

Un progetto a cui hanno partecipato in più di 4000 da tutta Italia, ma di questi ne sono stati scelti solo 500.

“Castelforte verrà sorvegliato h24 – hanno proseguito Ciorra e Cardillo – grazie all’installazione di 5 dispositivi. Consentiranno di verificare ingressi ed uscite sospette di persone e vetture. Espletati gli aspetti burocratici, cominceremo a breve i lavori”.

L’appello che rivolgono è poi alla città che rappresentano.

“Si potranno mettere anche 100 telecamere – hanno enunciato – coprendo in modo capillare ciascun metro quadrato del territorio, ma se nessuno diventa promotore di un salto di qualità dal punto di vista culturale, inutile parlare di sicurezza. Mancherà il rispetto per una corretta convivenza civile”.