parcometro irregolare Castelforte

Il nuovo parcometro installato in via Fusco a Castelforte è irregolare. La denuncia arriva dal consigliere comunale della Lega, Michele Saltarelli.

“Con una determina del 9 gennaio 2019 – ha esordito nell’interrogazione Saltarelli – il responsabile del piano del governo del territorio, dopo aver verificato l’offerta pervenuta il 30 agosto 2018 e dopo aver dichiarato l’installazione del parcometro in data 27 dicembre 2018, ha affidato alla ditta Cleanpark l’inizio dei lavori”.

La fornitura del dispositivo, che rientra tra le opere di urbanizzazione previste dall’amministrazione Cardillo, avrebbe dovuto impegnare per il 31 dicembre 2018 un importo complessivo di 2.440 euro.

Ma dalla documentazione rilasciata risulta, stando ancora alle parole del consigliere di minoranza, che la dotazione del parcometro “è avvenuta il 27 dicembre 2018. In data  quindi antecedente a quella dell’impegno di spesa e del visto di regolarità, fissati per il 31 dicembre 2018”.

Come prescrive l’art. 183 – ha continuato l’esponente della Lega – l’impegno costituisce la prima fase del procedimento di spesa, con la quale, a seguito è stabilito il soggetto creditore, indicata la ragione, la relativa scadenza e il vincolo sulle previsioni di bilancio. Non è consentito pertanto effettuare qualsiasi spesa in assenza di un impegno contabile registrato dal ragioniere dell’ente. Inoltre dal 1 gennaio 2018 non è più possibile utilizzare le somme introitate per interventi diversi dalla realizzazione di opere di urbanizzazione e di manutenzione delle stesse, tra le quali non rientra certo la fornitura di un apparecchio elettrico idoneo per la gestione delle aree di sosta in via Fusco”.

Alla luce di ciò, il consigliere Michele Saltarelli chiede chiarimenti.