imprenditoria femminile

Il futuro passa per l’imprenditoria femminile.

Una nuova frontiera che può generare sviluppo economico, fronteggiando quei principi che per molto tempo hanno emarginato le donne.

L’Istituto onnicomprensivo di Castelforte mira a capovolgere il sistema, educando le menti delle giovani generazioni.

Per la giornata contro la violenza di genere, gli studenti dialogheranno con due imprenditrici: Milena Mannucci, fondatrice del polo culturale “Caieta” e Valentina Di Milla, amministratore della società di consulenza aziendale Ralian research & consultancy ed international partner del world business angels investment forum, Global women leades committee.

L’incontro è stato fortemente voluto dal sindaco Giancarlo Cardillo e dalla delegata alle pari opportunità, Marialuisa Simeone.

“Percorrendo diverse strade, usando linguaggi capaci di arrivare ai ragazzi è possibile creare un’occasione per ridisegnare la presenza femminile – ha specificato – Ciò deve segnare una inversione di tendenza e mostrare attraverso l’esempio che cambiare cultura non è un’utopia”.

Di Milla ha inoltre affermato che “Wbaf lavora per l’inclusione, affinchè sia sempre più sostenibile, inclusivo, equo, smart e in particolare produttivo”.

Del parere che il sud pontino offra terreno fertile per le imprese, Mannucci ha dichiarato: “Ogni centimetro della nostra terra trasuda bellezza. La sfida è andare oltre la logica e trasformare i progetti in una chiara strategia di crescita”.