Si è riunita oggi la commissione regionale Ambiente per discutere il caso Sep e i miasmi che attanagliano il Comune di Pontinia ma non solo.  “Tempi rapidi per arrivare all’adozione di misure che ripristinino la salubrità dei luoghi e restituiscano ai residenti del comprensorio una buona qualità della vita”.

Lo ha dichiarato il consigliere regionale del Partito Democratico Enrico Forte nel corso del suo intervento nell’incontro realizzato su sua esplicita richiesta. Erano presenti i rappresentanti dei comitati, i sindaci dei comuni di Pontinia, Priverno, Roccasecca, Prossedi e Sonnino e dei tecnici dell’Arpa Lazio di Latina.

“Alla luce di quanto emerso dal racconto degli amministratori locali e dei comitati e delle notizie fornite dalla direttrice dell’Arpa circa le inefficienze nella gestione dell’impianto, rilevate dalla stessa Arpa nel 2015 e poi nel 2016 in riferimento al materiale sversato appare necessario – ha dichiarato il vice presidente della Commissione Forte – dare seguito a quanto emerso negli anni e puntualmente denunciato dai Comitati dei cittadini, costretti a vivere  in una condizione di perenne disagio per gli odori nauseabondi prodotti dall’impianto.

Appare fondamentale individuare le origini delle emissioni e intraprendere rapidamente azioni tese  a ripristinare condizioni ambientali e di vivibilità accettabili”. “Sono molte le questioni aperte circa il funzionamento dell’impianto – ha concluso Forte – tutte di una certa gravità e la soluzione va individuata in tempi rapidi: gli enti preposti a questo devono fare ciascuno la propria parte ed intervenire con tutti gli strumenti a disposizione”. La Commissione Ambiente tornerà a riunirsi a breve per proseguire le audizioni ascoltando l’assessore regionale all’ambiente Mauro Buschini e i dirigenti del settore responsabili del rilascio delle autorizzazioni.