sabato 1 Ottobre 2022

Caso Aielli, Tiero invita Alfano: il ministro dell’Interno presto a Latina

di Redazione – Claudio Moscardelli ha chiesto l’intervento della Commissione Antimafia e ha annunciato che presenterà un’interrogazione parlamentare urgente al ministro Alfano, allo stesso modo Pasquale Maietta mentre Enrico Tiero, collega di partito del Ministro dell’Interno, ha inviato un invito formale al referente del Viminale perché “possa venire entro breve termine a tenere un incontro con i vertici delle forze dell’ordine provinciali”. Alfano ha immediatamente accettato l’invito dicendosi pronto a venire il prima possibile a Latina. “Il ministro – ha fatto sapere Tiero – si è dichiarato disponibile ad essere a Latina nei prossimi giorni non solo per esaminare la questione relativa al Giudice Aielli ma anche per verificare la delicata materia della tutela dell’ordine pubblico sull’intera provincia di Latina incontrando le massime autorità in materia”.

affissioni_mortuare_lucia_aiellI rappresentati politici pontini si sono mossi in modo compatto dopo l’atto intimidatorio ai danni del giudice Lucia Aielli che ha indignato l’opinione pubblica.

Da ogni partito politico è arrivata la solidarietà al magistrato che adesso, insieme alla famiglia, è stato messo sotto scorta dalla Prefettura di Latina. Decisione apprezzata anche dall’onorevole Maietta che parla di “tempestivo intervento” delle forze dell’ordine e aggiunge “mi faccio al contempo interprete della necessità da parte delle forze politiche del nostro territorio di far sentire il nostro sostegno al lavoro della magistratura ed arginare le attività criminali ed isolare i loro esponenti che tentano di inquinare il tessuto sociale della città minando la civile convivenza e le libertà democratiche”.

Enrico Tiero invece, aspettando il Ministro dell’Interno, lo esorta ad “ascoltare direttamente dalle forze dell’ordine locali quali sono i provvedimenti utili che si potranno prendere per evitare e prevenire al meglio altri episodi inquietanti come quello che si è registrato in danno di un giudice sempre impegnato in processi delicatissimi”. “Sono certo che l’impegno e la professionalità degli investigatori porterà presto a individuare i responsabili”.

MINACCE A LUCIA AIELLI, IL GIUDICE SOTTO SCORTA. E IL 28 SARÀ PRESIDIO DEI MAGISTRATI A LATINA

MINACCE AL GIUDICE AIELLI, IL CASO IN PARLAMENTO. MOSCARDELLI CHIAMA ALFANO

ATTO INTIMIDATORIO AI DANNI DEL MAGISTRATO LUCIA AIELLI: 5 AFFISSIONI MORTUARIE ACCANTO ALLA SCUOLA DELLE FIGLIE

CORRELATI

spot_img
spot_img