giovedì 29 Settembre 2022

Case, a Latina sempre più giovani chiedono un mutuo

L’età giusta per aprire un mutuo? I dati mostrano la scesa dell’età media dei richiedenti del credito per comprare casa. Sempre più giovani sono alla ricerca di autonomia e il primo passo è l’acquisto di un’immobile, ma per chi sogna la “casa dolce casa” nella provincia di Latina potrebbe essere il momento giusto per fare il grande passo. Un’analisi che ha campionato oltre 27.000 richieste di mutuo raccolte nel Lazio.
Facile.it, sito specializzato nella comparazione di prodotti assicurativi e finanziari, e Mutui.it, sito di comparazione e preventivi sui mutui pubblicano l’analisi, nel primo trimestre 2022, che mostra l’aumento del valore della richiesta dei mutui registrando un +2,4% del valore del mutuo.
Un cambiamento epocale se si considera che appena 12 mesi fa chi presentava domanda di finanziamento in regione aveva, sempre in media, 42 anni. La prima casa, invece, i laziali la comprano, in media, a 36 anni e mezzo; erano 40 nel primo trimestre 2021.
Il calo dell’età media è legato all’aumento dei giovani che, grazie alle agevolazioni statali, si sono rivolti ad un istituto di credito; nei primi 3 mesi dell’anno il 47% del totale delle domande di finanziamento presentate nella regione è stata firmata da un under 36, valore in netto aumento rispetto allo stesso periodo del 2021, quando la percentuale era pari al 28%.
L’andamento provinciale Analizzando i valori medi regionali emerge che, nel primo trimestre 2022, gli aspiranti mutuatari laziali hanno cercato di ottenere, in media, 156.400 euro, in aumento rispetto allo scorso anno (+1,7%), mentre il valore degli immobili oggetto di mutuo è calato a 168.934 euro (-9,5%). Il Loan To Value (rapporto tra valore del mutuo e valore dell’immobile) è salito al 76% (era il 68% dodici mesi fa); i piani di ammortamento
si sono allungati, passando da 23 anni e mezzo a 25 anni e mezzo.
Guardando all’andamento della richiesta a livello provinciale emerge che l’area che ha registrato la crescita più importante è quella di Viterbo, seguita da Rieti.
Continuando a scorrere la graduatoria laziale si posizionano Latina, che ha registrato un +2,4% rispetto al 2021 (133.093 euro) e Roma (+1,6%, 162.306 euro). Chiude la classifica Frosinone, dove l’importo medio richiesto è in calo del 2,8% rispetto allo scorso anno, scendendo a 109.936 euro.
Aumentano i mutui per la prima casa: nel primo trimestre dell’anno il 76% delle domande di finanziamento raccolte online era per questa finalità, in aumento di ben 19 punti percentuali rispetto al 2021. In media, chi si è rivolto ad un istituto di credito per comprare
l’abitazione principale aveva, all’atto della firma, 36 anni e mezzo, e ha chiesto 163.233 euro da restituire in 26 anni e mezzo.
Allo stesso tempo bisogna notare che i tassi fissi salgono verso il 2%, tra le cause anche il complesso scenario internazionale che ha caratterizzato un aumento generalizzato dei tassi di interesse e, in particolare, di quello fisso. Con l’aumento degli indici fissi, il tasso variabile torna ad essere una ulteriore e valida alternativa per chi vuole sottoscrivere un mutuo.

CORRELATI

spot_img
spot_img