lunedì 3 Ottobre 2022

Casa dello studente, botta e risposta su Facebook tra Bracchi e Cozzolino

La chiusura della casa dello studente in Via Villafranca ha scatenato un accesso botta e risposta tra i due consiglieri più giovani del consiglio comunale, Alessandro Cozzolino e Luca Bracchi.

Il consigliere Pd ha scritto uno status in cui commentata proprio la chiusura “Il Messaggero Latina scrive che ben presto la casa dello studente in via Villafranca verrà chiusa. Bisogna investire su università e nuove generazioni, invece non c’è mai un solo atto che vada in questa direzione. NON È PIÙ TOLLERABILE”.

Immediata la risposta di Luca Bracchi, consigliere di maggioranza, “E’ l’amministrazione regionale del tuo colore la responsabile di tutto ciò, lo sai? Laziodisu e Ater sono due enti regionali”.

Cozzolino non fa attendere la sua replica e alza i toni “Il problema va avanti da tempo e non ho problemi a criticare le cose che non vanno io. Tu lo sai che il Comune potrebbe integrare le somme mancanti? Invece a quanto pare l’amministrazione che sostieni è impegnata a dare 100mila euro ai vigilantes privati per sostituire la municipale sotto il comune e 61mila euro al nuovo capo di gabinetto. Si prepara tra l’altro a buttare altri soldi per la nomina di un direttore generale. Non ho sentito da te una sola parola di dissenso su questo, LO SAI?”

“Quindi ogni volta che la regione non finanzia più una cosa, ci dobbiamo rimettere noi?? non ci sto… mi dispiace….” commenta ancora Bracchi

“Ah io difendo la mia casta? – incalza Cozzolino – Io ho criticato la regione del mio colore politico e ho detto che era una possibilità quella di contribuire a finanziare la casa dello studente. Vedo invece che tu eludi tutti gli altri temi… Non mi pare che sia io a difendere la mia parte… Delle cose dell’amministrazione comunale di cui ho scritto tu che ne pensi, visto che non ti ho sentito dire nulla contro?”

Bracchi non risponde e anzi chiede “secondo te l’amministrazione Zingaretti sbaglia a chiudere la casa dello studente? si o no?” e Cozzolino torna a parlare delle spese del Comune puntando il dito contro “i vigilantes privati sotto il comune e i 61mila euro per il capo di gabinetto”.

Ma la discussione è su binari diversi: Bracchi continua a parlare degli sprechi della Regione e Cozzolino di quelli del Comune fin quando il consigliere di maggioranza non smette di commentare lo status del suo collega del Pd.

Scambio_Cozzolino_Bracchi

CORRELATI

spot_img
spot_img