Carnevale Gaeta

Tre giorni di eventi tra balli, spettacoli, travestimenti in maschera e tanto divertimento. La città di Gaeta è pronta ad accogliere la terza edizione del Carnevale 2019.

Si parte domenica 24 febbraio alle 14.30 con la sfilata dei carri allegorici, curata dalla scuola di danza “Il Centro del Movimento” e gli alunni dell’Istituto comprensivo “Principe Amedeo”. Il corteo prenderà il via da Villa delle Sirene, proseguendo per lungomare Caboto, fontana di S. Francesco, piazza Carlo III, fino a piazza XIX Maggio. Alle 18 la Compagnia dei Folli si esibirà nello spettacolo “Fuoco”, e a seguire “Il volo dell’Angelo”.

Stesso appuntamento anche per domenica 3 marzo. Oltre alla tradizionale sfilata, in piazza XIX Maggio dalle 14.30 si svolgerà l’animazione per bambini. Grande show, inoltre, per tutti gli appassionati di magia alle 17:30 con i Fantamagic.

Festa finale martedì 5 marzo. A colorare le strade di Gaeta l’allegro corteo e alle 17, presso il villaggio di piazza XIX Maggio, l’esibizione del trasformista Carmine De Rosa e lo spettacolo “Feet Theatre” di Monsieur David. Alle 18.30 si terrà l’estrazione della lotteria, dov’è in palio una crociera MSC. Chiude la tre giorni di eventi lo spettacolo dei fuochi pirotecnici.

“Il Carnevale di Gaeta – ha commentato il sindaco Cosmo Mitrano – rafforza la nostra azione politica di marketing territoriale e di promozione turistica che quest’anno si impreziosisce con la partecipazione degli studenti dell’Istituto Principe Amedeo. Un programma ben strutturato, reso possibile grazie alla passione messa in campo da una squadra che ha visto al lavoro, con sinergia, impegno e grande professionalità, diverse persone a cui va il mio più sincero ringraziamento”.

In particolar modo il consigliere comunale Gianna Conte, che ha parlato di “un mix vincente per un Carnevale coinvolgente, dove non mancano animazioni per i più piccini e un sano buonumore”.

Soddisfazione è stata espressa, inoltre, dal delegato ai grandi eventi Diego Santoro: “possiamo affermare che il Carnevale, dopo le luminarie, traghetta la stagione invernale verso una primavera gaetana dove non mancano iniziative altrettanto importanti e di grande richiamo turistico”.

E sostegno e passione è ciò che ha caratterizzato i maestri artigiani dell’associazione “Carristi del Golfo”. “Vogliamo tramandare una tradizione artistica del nostro territorio – ha ribadito il vicepresidente Rolando Bozzella – che grazie alla fiducia del primo cittadino di Gaeta coniuga il momento ludico a quello spettacolare e culturale”.

A sottolineare l’importanza della presenza dei ragazzi nel Carnevale di Gaeta, il dirigente scolastico dell’Istituto “Principe Amedeo”. “Abbiamo raccolto l’invito e condiviso il progetto – ha affermato Maria Angela Rispoli – in quanto siamo convinti sostenitori che la scuola deve agganciarsi col territorio. Il Carnevale di Gaeta, anno dopo anno, è diventato un evento non solo della città, ma ha assunto un più ampio respiro e noi siamo ben lieti di poter far parte di questo percorso di crescita anche culturale”.

La manifestazione si avvale anche della collaborazione della XVII Comunità Montana dei “Monti Aurunci”, della Pro Loco Gaeta, della “Compagnia dei folli”, della scuola di danza “Il Centro del Movimento” e di tanti altri partner pubblici e privati.