caporalato

Un accordo per l’attivazione dei servizi di trasporto pubblico locale destinato ai braccianti agricoli.

E’ stato firmato questa mattina in prefettura a Latina.

Presenti gli assessori regionali alla mobilità, Mauro Alessandri, al lavoro, Claudio Di Berardino e all’agricoltura Enrica Onorati.

L’accordo, previsto nell’ambito del protocollo d’intesa “Per un lavoro di qualità in agricoltura”, sottoscritto l’ 8 gennaio dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e dalle parti sociali.

I Comuni aderenti a questo progetto sono quelli di Pontinia, Sabaudia, Terracina, Roccagorga, Sezze, Maenza e Latina.

L’obiettivo è fornire un servizio a supporto dei braccianti per recarsi e tornare dal posto di lavoro.

Ma, soprattutto, quello di intercettare tutta la domanda emersa ed eliminare il fenomeno dei trasporti irregolari, attualmente prima forma di ingaggio tra i caporali e i lavoratori stessi.

“Si tratta – spiega la regione Lazio – di un aspetto centrale della più vasta iniziativa dedicata al contrasto ai fenomeni del lavoro nero e dello sfruttamento e per la promozione e valorizzazione della legalità in agricoltura. Saranno create, inoltre, liste di prenotazione per l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro in agricoltura. Tali liste verranno gestite dai centri per l’impiego e permetteranno il rilascio delle card per i trasporti”.