Un Latina epico vince al ‘Barbera’ di Palermo. Un successo limpido, meritato, con i nerazzurri capaci di non abbattersi dopo la rete di Hernandez. A ricucire lo strappo ci hanno pensato con due meraviglie tecniche Ghezzal e Jefferson nel finale di primo tempo.

Breda non cambia il suo 3-5-2, ma schiera insieme Milani e Ristovski, mentre Jefferson va a far coppie con Ghezzal in avanti. Partono forte i rosanero. Al 2′ buco difensivo, inserimento di Belotti e tempestiva uscita di Iacobucci. Dall’altra parte il Latina risponde all’11’ con un inserimento centrale di Jefferson concluso con un tiro di destro troppo lento e centrale per impensierire Ujkani. Ritmo alto e nessuna pausa. E così al 15′ arriva un’altra palla gol del Palermo. Palla filtrante di Belotti per Hernandez che entra in area e prova il diagonale trovando la grande risposta di Iacobucci che respinge con i piedi. Il buon momento dei rosanero porta comunque al gol che rompe l’equilibrio. E’ il 17′ quando Verre da sinistra pennella un cross a centro area su cui si avventa Hernandez che di testa non lascia scampo a Iacobucci. Sembra l’inizio di un incubo, ma i nerazzurri reagiscono con il piglio della grandissima squadra. Tanta pressione sui portatori di palla e un dominio al livello di gioco che presto porta i frutti sperati. Al 25′ il pareggio: lancio dalle retrovie di Esposito, Jefferson fa per stoppare e poi si sposta, e  con un velo da urlo libera Ghezzal, con l’algerino freddissimo nel saltare Ujkani e depositare in rete. Il Latina continua a premere dominando a centrocampo. Al 37′ Ristovski semina il panico in area avversaria seminando due avversari per poi essere fermato da Munoz in spaccata. Proprio quando sta per scadere il primo tempo, arriva il gol che alla fine si rivelerà decisivo. Una rete quasi in fotocopia rispetto all’1-1: lancio di Alhassan, buco centrale in cui si infila Jefferson che stoppa, guadagna metri e poi con il piattone destro la piazza in diagonale dove Ujkani non può arrivare.

Nel secondo tempo il Palermo ci mette un po’ a prendere le misure ad un Latina che al 6′ costruisce un’altra nitida palla gol: Milani scende palla al piede, poi cede a Ghezzal che crossa sul secondo palo dove Jefferson ci arriva con la testa, ma senza riuscire ad imprimere forza alla sfera. La girandola di cambi non muta il punteggio del match. Il Latina difende alla grande, non coorendo mai pericoli. Al 92’ Cisotti, spreca la palla gol del tre a uno. Ma poco importa, perché finisce in gloria per il Latina capace, udite udite, di stendere il Palermo al ‘Barbera’ e di portare a 12 la serie di risultati utili consecutivi.

 

PALERMO – LATINA 1-2

Palermo (3-5-2) : 22 Ujkani; 6 Munoz, 5 Milanovic, 4 Andelkovic; 17 Morganella (8’st 14 Stevanovic), 15 Bolzoni, 21 Bacinovic (26’st 10 Di Gennaro), 23 Verre, 3 Pisano; 30 Belotti (14’st 18 Lafferty), 11 Hernandez. A disp.: 12 Fulignati, 7 Sanseverino, 13 Troianiello, 16 Lores, 19 Terzi, 28 Daprelà. All.: Iachini.
Latina (3-5-2): 
1 Iacobucci; 23 Brosco, 4 Cottafava, 27 Esposito; 16 Milani , 8 Crimi, 13 Ristovski (38’st 32 Figliomeni), 18 Morrone, 19 Alhassan; 31 Ghezzal, 9 Jefferson (26’st 5 Bruno). A disp.: 12 Pawlowski, 3 Bruscagin, 6 Maltese, 7 Barraco, 14 Cejas, 15 Cisotti, 25 Chiricò. All.: Breda
Arbitro: 
Fabbri di Ravenna. Assistenti: Colella di Padova e Paiusco di Vicenza. IV°: Giovani di Orbetello.

Marcatori: 17’pt Hernandez, 24’pt Ghezzal, 46’pt Jefferson

Note: Ammoniti  Verre, Brosco, Di Gennaro, Bruno, Di Gennaro, Pisano. Recupero: 2’pt – 4’st. Angoli: 7-0.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

9 + 3 =