Nicola Calandrini

Nicola Calandrini è senatore della Repubblica per il combinato disposto della elezione di Marco Marsilio alla guida dell’Abruzzo. Un premio alla costanza e ai mille passi indietro fatti per il partito, non ultimo il cedere il seggio alla Camera a Giorgia Meloni.

Sta di fatto che c’è riuscito ed entra in senato. Cosa cambia a Latina? Che la destra ha due gambe, la Lega di Claudio Durigon e ii fratello d’Italia di Calandrini.

I centristi di Claudio Fazzone ora avranno due competitor alla pari. Un cambio di quadro a destra con Forza Italia che è l’aggredita come testimonia il voto abruzzese, sta sotto il 10%.

In Comune a Latina il peso politico dell’opposizione cresce, Damiano Coletta e il Pd debbono giocare in un campo nuovo.

Le purezze non servono, serve contaminazione e, come insegna Calandrini, pazienza