domenica 25 Settembre 2022

Borgo Podgora compie 90 anni, due giorni di eventi per omaggiare il primo nucleo della Bonifica

Borgo Podgora, il primo nucleo abitativo che ha dato il via alla Bonifica, il 5 marzo compie 90 anni. Il suo nome originario è Villaggio Operaio di Sessano e qui furono accolti nel 1927 i primi lavoratori che contribuirono fattivamente alla creazione dell’Agro Pontino.

La zona fu scelta perché in una posizione strategica, a poca distanza dalla stazione di Cisterna, per le per le cave di tufo e pozzolana e per l’abbondanza di acqua potabile.

Il nucleo originario era composto da sette case che ospitavano 50 operai, un ambulatorio con abitazione del medico, un fabbricato per la dispensa di viveri e abitazione per gli addetti al servizio, una caserma dei carabinieri, un fabbricato per ufficio, magazzino e abitazione del personale del Consorzio. Nel 1929 nacque anche la prima scuola.

Nel 1932, quando fu fondata Littoria, il nome divenne Borgo Podgora, in onore ai caduti sull’omonimo monte durante la Prima Guerra Mondiale, e il piccolo borgo accolse i coloni che giungevano soprattutto dal Veneto, Friuli ed Emilia.

Per celebrare i 90 anni del Borgo, la Parrocchia S.Maria di Sessano insieme all’associazione Domusculta Sessana, Associazione Sessano ’50, Centro Sociale Anziani don Giovanni Lerose, Asd Borgo Podgora 1950 hanno organizzato un programma ricco di eventi al quale sono stati invitati a partecipare anche i sindaci di Cisterna, Eleonora Della Penna, e di Latina, Damiano Coletta.

Sabato, a partire dalle 17, ci saranno gli interventi dello storico Piergiulio Subiaco, dello scrittore Antonio Pennacchi e le testimonianze dei pionieri giunti nell’Agro Pontino. La sera, poi, polentata nel campo sportivo.

Domenica, a partire dalle 15 ci saranno l’esibizione della banda musicale “Città di Latina” presso il parco ex circoscrizione, il corteo per le vie del Borgo, l’omaggio e deposizione di una corona d’alloro al monumento alle famiglie venute da lontano, la mostra fotografica, l’esposizione degli elaborati delle scuole, la consegna degli attestati di partecipazione ai pionieri e agli alunni. Alle 19 lo spettacolo in dialetto veneto con brindisi conclusivo. Infine, domenica 12 marzo, alle 16.30 presso l’auditorium della scuola media Natale Prampolini, il Quartetto Cellacchi terrà un concerto dedicato al Borgo.

CORRELATI

spot_img
spot_img