mercoledì 24 Luglio 2024
spot_img

Bombe carta contro un panificio di Aprilia: operaio perde la mano

Un attentato in piena regola quello di cui è stata fatta oggetto una attività commerciale di Aprilia, il panificio Cantarelli, in via Grassi. Come noto, in piena notte coloro che preparano il pane sono in piena attività, e anche quella notte, tra domenica e lunedì, all’interno del negozio un operaio, di 53 anni, era all’opera. A quanto pare, intorno alle 4, qualcuno si sarebbe avvicinato alla serranda, parzialmente aperta, facendo scivolare all’interno due ordigni. Bombe carta, come le forze dell’ordina definiscono gli ordigni esplosivi artigianali, confezionati magari con petardi. La prima è esplosa subito. Non la seconda.

L’operaio, un nord africano, è rimasto sorpreso e turbato dalla prima esplosione e, avendo notato il secondo ordigno, è andato per gettarlo fuori dal locale. Proprio mentre lo afferrava, però, anche questo è esploso, procurandogli profonde ferite ad un braccio.

Allertati dal forte rumore, i vicini hanno dato l’allarme. L’ambulanza del 118 ha prelevato il ferito trasportandolo al pronto soccorso della clinica Città di Aprilia. Dopo un intervento di pronto soccorso, è stato trasportato a Roma per essere sottoposto ad intervento chirurgico. Avrebbe già perso due dita ed anche il resto della mano non sarebbe in condizioni migliori, purtroppo…

Sul posto i carabinieri del Reparto territoriale che hanno cercato di raccogliere elementi utili alle indagini. Bisognerà capire chi ha agito, ma soprattutto perché, oltre alle modalità con le quali è stato progettato e messo in atto l’attentato.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img