blue economy Genova
Giancarlo Vinacci e Giovanni Acampora

Confcommercio Lazio parteciperà alla Blue economy summit di Genova, in programma dal 13 al 15 maggio.

L’evento, di notevole rilevanza, intende analizzare e valutare lo sviluppo che la risorsa mare può procurare.

A rispondere con entusiasmo all’invito dell’assessore alle attività produttive di Genova Giancarlo Vinacci, il presidente di Confcommercio Lazio e Lazio sud.

Questa iniziativa – ha affermato Giovanni Acampora – è la vera occasione qualificata e di impatto nazionale nella quale si affrontano le numerose componenti della Blue economy. Non potevo mancare perché si discuterà delle principali vocazioni naturali. L’Italia ha 7.500 km di costa e dovrebbe valorizzare, in modo sostenibile, tutto ciò che di imprenditoriale ruota intorno al mare”.

Nel sottolineare che “il Lazio ha un 5,4 % di peso sul mercato, con 35 mila aziende che si estendono su 360 km di costa”, Acampora ha citato le manifestazioni svolte per incrementare tale ambiente. A partire dalla quarta giornata dell’economia del mare di ottobre 2018, ideata dal commissario straordinario della Camera di Commercio di Latina, Mauro Zappia e da Unioncamere Lazio.

La provincia pontina occupa la 22° posizione per la quota di incidenza di imprese nel settore marittimo.

“C’è un’altra motivazione forte per cui sono lieto di intervenire nell’ambito della Blue economy summit – ha concluso il presidente di Confcommercio Lazio – ovvero quella di attuare un ragionamento complessivo e di confronto sulla complessità e sull’articolazione del sistema economia del mare. Sia che si parli di nautica, in senso stretto, che di cantieristica o ancora di turismo croceristico o di pesca, emerge chiaro che essa rappresenti un grande contenitore d’inclusione. La nostra sfida sarà, insieme alle istituzioni, di connettere sempre di più le imprese che direttamente o indirettamente fanno parte dell’universo Blue economy. Per migliorarlo, potenziarlo e innovarlo”.