La sequenza ininterrotta di furti messi a segno nelle abitazioni della zona di Doganella ha portato ad una intensificazione del controlli da parte della polizia a Cisterna.

Nel corso di uno di questi servizi una volante del commissariato di Cisterna ha individuato un furgone, con a bordo tre persone, perlustrare insistentemente l’area di Doganella.

Alla vista degli agenti il conducente ha tentando di darsi alla fuga.

I tre sono stati intercettati e bloccati da un secondo equipaggio della polizia di Stato giunta in supporto alla prima volante.

Si tratta di un 46enne, di un 30enne e di un 68enne, tutti italiani e residenti a Cisterna risultati essere gravati da pregiudizi di polizia per reati contro il patrimonio.

Nel furgone sono stati rinvenuti arnesi atti per lo scasso e pericolose armi improprie.

Inoltre il conducente è risultato privo di patente e precedentemente oggetto di un  provvedimento della licenza di guida per mancanza di requisiti morali.

Tutti e tre sono stati denunciati alla Procura della Repubblica per detenzione di arnesi da scasso e armi improprie ed è stata inoltre avviata l’istruttoria per l’applicazione da parte del Questore di misure di prevenzione personali al fine di limitarne le capacità criminali.