domenica 28 Novembre 2021

Biogas a Montello, progetto Indeco approvato: per la Provincia c’è l’assenso implicito del Comune

La Provincia di Latina ha approvato il Progetto di Indeco per la realizzazione di un impianto Biogas a Borgo Montello. Lo dice un atto siglato ieri dalla dirigente del settore Nicoletta Valle. Il documento segue l’autorizzazione che era arrivata da Via Costa lo scorso 22 novembre. Adesso che è approvato il progetto, di fatto Indeco può realizzare il progetto. Si tratterà di un impanto di 2.600 Kw di potenza con 3 motori a combustione interna finalizzati alla generazione di energia elettrica alimentati dal biogas della discarica Indeco. L’atto riporta anche che ci sarebbe stata una “conclusione positiva della Conferenza dei Servizi” e aggiunge che “ad oggi non sono stati espressi dissensi dalle Amministrazioni interessate alla Conferenza dei Servizi”. Per questo per la provincia esiste l’assenso in forma implicita anche da parte del Comune di Latina, nelo specifico delle area Ambiente, Territorio, Servizio Edilizia Pubblica e Privata e Ambiente, Igiene e Sanità.

È proprio qui che si innesca la polemica che è divampata nel Comune di Latina a seguito della mancata partecipazione dell’Assessore competente Roberto Lessio. Se ne è discusso proprio ieri (ovvero il giorno della firma dell’approvazione del progetto da parte della Provincia), nel question time in cui Lessio è stato sollecitato sulla questione da una interrogazione di Enrico Forte e Nicoletta Zuliani.

La risposta di Lessio non ha soddisfatto il consigliere comunale e regionale. “Mi rammarica sottolineare l’inconsistenza della risposta ricevuta dall’assessore – ha scritto Forte in una nota -, il quale non è entrato nel merito della vicenda affermando sostanzialmente che lui non era  a conoscenza della convocazione di quella conferenza dei servizi. Non abbiamo capito perché questo sia accaduto, come mai l’assessore, e dunque il Comune in tutto e per tutto, fosse assente al tavolo perdendo la possibilità di esprimere proprie valutazioni sul caso. Dirò di più, il question time si è trasformato in una insolita ‘interrogazione all’interrogante’, una strana ‘Lessio magistralis’ che ormai l’assessore non manca di offrire quando, chiamato a rispondere su cose specifiche, ripiega su altri argomenti. È grave che un assessore consideri superfluo lo strumento della conferenza dei servizi, occasione in cui l’ente comunale ha la possibilità di valutare un progetto, presentare osservazioni, richiedere approfondimenti a tutela dei cittadini che rappresenta. Mi adopererò per chiedere una indagine interna accurata per capire come mai, dagli uffici, non sia arrivata nessuna comunicazione a Lessio, così come da lui stesso affermato”.

Forte conclude chiedendo a Lessio di farsi da parte: “Invito il sindaco, nell’interesse della città, a riflettere sulla permanenza di Lessio alla guida dell’assessorato all’Ambiente del Comune di Latina. Da parte mia mi attiverò per presentare una mozione di sfiducia nei confronti dell’assessore Lessio”.

La questione non piace neppure a Gianluca Di Cocco. Per l’esponentendi Cuori Italiani l’autorizzazione dell’impianto biogas indica che la discarica non chiuderà affatto. “Il termine ‘bio’ significa vita, credo che questo impianto di vita non ne dispensino affatto. Allo stato delle cose, capisco poi il nervosismo dell’Assessore nel vedersi isolato dalla sua stessa maggioranza – scrive Di Cocco in una nota -, visto che non si è elevata nessuna difesa nei suoi riguardi, ma abbandonarsi a scaricare le colpe sugli uffici è cosa al quanto grave. Bainsizza, come Montello, hanno dato molto, anzi troppo, la situazione è sotto gli occhi di tutti, servitù che non hanno mai prodotto nulla in cambio negli anni e oggi la storia non cambia…. La discarica deve chiudere, senza se e senza ma! A quel punto non vi sarà nessuno interesse a creare una qualsiasi centrale”.

CORRELATI

spot_img
spot_img