martedì 18 Giugno 2024
spot_img

Bimba scopre tartarughine appena nate a Foce Verde: si cerca il nido

Una dolce sorpresa ha atteso i frequentatori del lungomare di Latina, in località Foce Verde, quando cinque adorabili tartarughe marine sono spuntate dalla sabbia. La scoperta è avvenuta grazie agli occhi attenti e curiosi di una bambina di 11 anni, che ha subito allertato la Capitaneria di Porto. Questo evento straordinario ha generato grande interesse e coinvolgimento da parte delle autorità competenti e degli esperti di tutela ambientale.

La Scoperta e l’Intervento di TartaLazio

La bambina ha segnalato il ritrovamento delle piccole tartarughe alla Capitaneria di Porto, che ha prontamente attivato la rete regionale TartaLazio. Quest’ultima è un’organizzazione dedicata al recupero, al soccorso e alla tutela delle tartarughe marine, seguendo le linee guida del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica. Luca Marini, dirigente della Regione Lazio e coordinatore di TartaLazio, ha sottolineato l’importanza dell’intervento tempestivo per curare e rilasciare le tartarughe nel loro habitat naturale.

Ritrovamenti Successivi

La scoperta iniziale di una tartaruga è stata seguita da altre quattro nascite nelle vicinanze. Purtroppo, una di esse non è sopravvissuta, mentre un’altra è stata avvistata mentre si dirigeva verso il mare. Questi ritrovamenti hanno scatenato la ricerca del nido da parte delle autorità competenti. Ogni sera, la spiaggia viene spianata per cercare tracce e individuare il luogo in cui le tartarughe hanno deposto le loro uova.

Collaborazione e Conservazione Ambientale

L’assessore all’Ambiente del Comune di Latina, Franco Addonizio, ha sottolineato l’importanza della collaborazione tra cittadini ed esperti per il benessere delle tartarughe marine. Invita i bagnanti a segnalare qualsiasi nuova nascita o il ritrovamento del nido alla Capitaneria di Porto, per garantire la pronta assistenza agli animali in difficoltà. L’assessore alle Politiche del mare, Gianluca Di Cocco, ha sottolineato l’importanza di preservare l’ecosistema marino e ha ringraziato i volontari e le autorità coinvolte nella ricerca del nido.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img