lunedì 25 Ottobre 2021

Bernardo Bertolucci, la porta che mi ha aperto al mondo

La ragazza tra i due ragazzi (erano Gérard Depardieu, Stefania Casini, Robert De Niro) e l’idea che la dolcezza non aveva le linee ipocrite borghesi.

Che un secolo “breve” potesse entrare tutto in una saga, in un pugno di ore. Bernardo Berlolucci è andato via, oggi.

Proprio qualche giorno fa un ragazzo che si diceva esperto di cinema, durante un colloqui d’esame, mi ha detto “Bertolucci è sopravvalutato”. Non lo so, se aveva ragione o no. Ma questo posso dirvelo; lui mi ha illustrato un mondo che era mio, ma io non sapevo che lo stavo perdendo e non sarebbe venuto più. I contadini delle lotte dell’inizio del secolo scorso avevano le stesse rughe di mio nonno, e le donne il medesimo scialle la stessa forza. Non so se è stato un grande per tutti, ma per me ha aperto un mondo.

Ma cosa ne sapevo io di Parigi, di cose che non si potevano neanche pensare, e non avevo fatto mai il primo tango, come potevo pensare all’ultimo. E la città con i suoi intrecci d’amore mi è venuta a trovare, è venuta a farsi scoprire.

Dei colori di un oriente così estremo da: avevo letto Il Milione di Marco Polo, ma ho “visto” quel mondo per “L’ultimo imperatore”. Un uomo travolto dalla storia, un uomo nato nel cielo, passato per le tragedie, e tornato il niente che siamo. Un film sulla vita che sale, torna indietro, ci fa eroi e meschini, in un uomo solo.

Penso a quel ragazzo, che ero io ragazzo, e che legge il mondo da ora e giudica allora. Io in questi film c’ero, c’ero nei personaggi, nelle storie e questo fa grandi. E’ grande chi racconta qualcosa che qualcuno sente la sua cosa, Bernardo Bertolucci lo ha fatto e sono stato Olmo Dalcò, e vorrei essere stato Olmo. Bertolucci mi ha donato una cosa che solo il cinema può donare: la possibilità di essere eroe, di essere nella storia. Ed è stato bellissimo.

Lidano Grassucci
Direttore di LatinaQuotidiano fino ad Aprile 2018. Giornalista professionista, laureato in scienze politiche, è stato direttore de Il Territorio, Tele Etere, Economia Pontina, caposervizio presso Latina Oggi e autore di numerose pubblicazioni.

CORRELATI

spot_img
spot_img