Consiglio di stato

Il Consiglio di Stato non ha accolto il ricorso della Inwit”. Questo ha voluto precisare Scipione Salvagni, attraverso il suo avvocato, che si è rivolto al Tar di Latina per chiedere l’annullamento del permesso di costruire rilasciato dal Comune di Bassiano per la installazione, presso il piazzale della Croce, di un palo metallico per la collocazione di antenne per la telefonia mobile.

“Il Consiglio di Stato – ha specificato l’avvocato Socrate Toselli – ha accolto l’istanza cautelare formulata dalla Inwit, sospendendo l’efficacia esecutiva della sentenza di primo grado. Sarà fissata una ulteriore udienza all’esito della quale verrà deciso il merito della causa”.

L’amministrazione comunale, dopo il pronunciamento del Consiglio di Stato, aveva inviato una nota alla stampa per rassicurare imprenditori e turisti che l’unica antenna di telefonia mobile a Bassiano, per il momento resta dov’è.

Il Tar di Latina non ha concesso alcuna sospensiva – ha infatti aggiunto l’avvocato Toselli – ha invece annullato il permesso di costruire rilasciato dal Comune di Bassiano ad Inwit per la installazione dell’impianto. Il Consiglio di Stato non ha riformato in alcun modo la sentenza del Tar di Latina, né tanto meno l’ha annullata, limitandosi a sospenderne l’efficacia esecutiva in attesa che la causa venga decisa nel merito”.

La battaglia legale non è ancora finita.