Ruba una Range

Le indagini sui furti di Range Rover potrebbero essere ad una svolta. Qualche giorno fa, infatti, è stato arrestato il 43enne Renzo M., con l’accusa di ricettazione.

Tutto è partito da un controllo in un autolavaggio del capoluogo all’interno del quale sono state trovate due auto di grossa cilindrata. Una di queste, da una verifica della polizia stradale che sta portando avanti gli accertamenti, è risultata rubata a Nettuno, il 6 maggio scorso. L’altra aveva il telaio contraffatto, modifica che è stata riscontrata anche per altre due vetture in possesso dell’uomo di Latina.

Ieri è stato interrogato dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Latina, Mario La Rosa. Difeso dall’avvocato Guglielmo Raso si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il gip non ha convalidato il fermo, ritenendo che non ci sia pericolo di fuga, nonostante siano stati trovati nell’abitazione del 43enne alcuni biglietti aerei. Resta però il pericolo di reiterazione del reato e per questo il giudice ha disposto gli arresti domiciliari.

Le indagini sono ancora in corso per identificare i membri di una banda che punta alle Range Rover per poi rivenderle una volta ripulite.